mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Sembra non ci siano possibilità per i tigli centenari e i resti della villa settecentesca di Covignano interessati dai lavori per l'ampliamento dell'A14.
di    
lettura: 1 minuto
gio 26 ago 2010 16:19 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’associazione “Rimini città d’arte” chiede maggiore attenzione per una zona considerata di pregio storico e ambientale, nel tentativo di salvare ciò che rimane. Una zona però tra le più critiche dal punto di vista tecnico e progettuale.
‘E’ necessario per forza sbancare tutta quell’area per realizzare la galleria – afferma Juri Magrini, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Rimini – Oltre a questo sopra dovrà essere realizzata una rotonda che mette in collegamento via Covignano con via Santa Cristina, quindi dal punto di vista tecnico e progettuale è molto difficile, é impossibile salvare le piante che si trovano nella parte superiore di quel tratto di tracciato’.

Tutto in regola per quanto riguarda le autorizzazioni per l’abbattimento di edifici e piante, rilasciate dal Ministero competente nel 2007, e su cui le autorità locali non hanno potere decisionale. ‘Tutto quello che è possible salvaguardare lungo il tracciato comunale – conclude l’assessore Magrini – sarà cura dell’amministrazione muoversi come già stiamo facendo con Società Autostrade ma dove non è possibile, visto che ci sono già tutte le autorizzazione degli organismi competenti, diventa difficile’.

NewsRimini.it

Altre notizie
di Redazione
studente derubato a scuola

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna