venerdì 18 gennaio 2019
In foto: L'assessore alle politiche abitative Fiori ha terminato gli incontri con gli affittuari Erp che dovrebbero cambiare alloggio e trasferirsi nei nuovi appartamenti di Viserba. Solo 10 famiglie su 83 hanno accettato il cambiamento.
di    
lettura: 1 minuto
gio 25 mar 2010 12:18 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono terminati nei giorni scorsi gli incontri individuali fra l’assessore alle politiche abitative del Comune di Rimini, Anna Maria Fiori, e gli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica interessati dalle nuove norme del regolamento e dalla prospettiva del cambio di alloggio, resa possibile dalla disponibilità, a breve, di 80 nuovi appartamenti a Viserba.
Degli 83 assegnatari invitati all’incontro con l’assessore, 25 non si sono presentati. Tra gli altri 58, solo 10 hanno dato la propria disponibilità a spostarsi negli alloggi di Viserba. 8 hanno invece accettato il cambio di alloggio, rimanendo però nella zona di residenza attuale: l’assessore ha detto che saranno accontentati quando si libereranno degli appartamenti. Due assegnatari non più autosufficienti hanno comunicato che lasceranno l’appartamento per andare a vivere con i figli.
Circa l’80% degli assegnatari si è dichiarato interessato ad un eventuale acquisto dell’alloggio.
“Sono soddisfatta – ha commentato in una nota l’assessore Fiori. – tutto è proceduto in modo molto sereno, sono state recepite le richieste sia per chi si è detto disponibile a cambiare l’alloggio, sia per chi ha manifestato il proprio desiderio di rimanere . Questo ci permetterà di operare una serie di cambiamenti per accontentare sia coloro che vivono in presenza di barriere architettoniche, sia alcune famiglie composte da 5 o più persone alle quali finora non si era potuta dare risposta. Sottolineo – ha precisato l’assessore – che non vi è alcuna intenzione di svendere gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Le case popolari non si vendono, se non per casi limitati e straordinari. La casa popolare non è più per la vita, l’assegnazione non deve essere l’anticamera del diritto di proprietà”.

Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna