Pugilato. Un bel venerdì per la Boxe Riccione: vincono Cannoni e Tamagnini

Riccione Sport

20 febbraio 2010, 13:54

in foto: Sconfitto per ferita Longhini. Non ha combattuto Damato, vittima di un incidente domestico alla vigilia della riunione. Oggi e domani ancora boxe al Palazzo del Turismo di Riccione.

E’ iniziato bene il lungo week-end della Boxe Riccione. Nella riunione di venerdì 19 al Palazzo del Turismo di Riccione sono saliti sul ring tre pugili della colonia guidata dal maestro Ivan Cancellieri: Andrea Cannoni, Davide Tamagnini e Niccolò Longhini – si legge in una nota della Polisportiva Comunale di Riccione -. Il più atteso dei tre era senz’altro Cannoni, salutato dal boato dei tifosi al suo apparire. Il medio fanese tornava a combattere fra i dilettanti di seconda serie dopo uno stop di qualche mese dovuto ad infortunio. Se potevano esserci dei timori sul suo stato di forma, sono stati fugati dal match del marchigiano. Opposto all’ottimo Nicolas Emili della Umberto Pittori Ancona, Cannoni ha dato vita al suo solito match d’attacco. Sempre aggressivo, ha martellato l’avversario per tutti e quattro i round coi suoi pesantissimi colpi. E quando è riuscito a portare il diretto od il gancio ha sempre fatto male. Emili non è stato da meno e ha risposto colpo su colpo. Alla fine, verdetto ai punti per Cannoni che ora ha un record di 8 match vinti e 6 persi.

Bene anche il mediomassimo terza serie Davide Tamagnini. Il riccionese ha affrontato Isacco Palmizio della Boxe Le Torri di Bologna. Ne è venuto fuori un match vibrante, aggressivo, a volte anche confuso, durante il quale i due pugili non si sono risparmiati. Tamagnini è stato contato dall’arbitro alla fine del primo round. E ha ben pensato di restituire la cortesia all’avversario durante la terza ripresa. Dopo quattro riprese all’arma bianca, i giudici decretavano la vittoria ai punti per il riccionese.

Sconfitto invece per ferita alla quarta ripresa il super welter Niccolò Longhini. Il suo avversario era Leandro Vignoni, un guardia destra piuttosto velenoso. Longhini ha subito una ferita al naso durante il secondo round ed è dovuto ricorrere alle cure del medico. Stessa cosa nel terzo. Coraggiosamente ha continuato ma all’inizio del quarto l’arbitro ha deciso che non poteva continuare a combattere con la ferita sanguinante. Era peraltro in svantaggio rispetto all’avversario.

Non ha invece combattuto Alex Damato, vittima di un incidente domestico proprio alla vigilia della riunione, cosa che gli è costa tre punti di sutura alla fronte.

Non è finito il lungo fine settimana della Boxe Riccione. Oggi (sabato 20), Elia Tagliati, un peso medio junior di 75 chili, combatte invece nell’importante Torneo Federale Esordienti Centro Nord Italia aperto ai pugili delle categorie Schoolboys, Cadetti e Juniores che si tiene sempre al Palazzo del Turismo di Riccione sabato 20 e domenica 21 febbraio.

Infine, sempre oggi, salgono a Bologna tre dei “fighters” della Thai Boxe per disputare una serie di incontri. Si tratta del 73 chili Luca Palma, del meno 81 chili Antonio Scarano e di Marianna Di Pietro nella categoria meno 70 chili.

(nella foto, Andrea Cannoni)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454