martedì 18 dicembre 2018
In foto: La crisi economica miete un'altra vittima. Lo stabilimento di Secchiano del Gruppo Biesse, operante nel mercato delle macchine per la lavorazione di legno, vetro, marmo e pietra, verrà infatti chiuso tra circa un mese.
di    
lettura: 1 minuto
mar 16 feb 2010 11:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La notizia è stata ieri ai lavoratori dalla direzione aziendale che non ha lasciato molte speranze nonostante della situazione si sia interessata anche la politica a livello regionale. Lo stabilimento, inaugurato nel 2008, avrebbe dovuto dare lavoro a 90 persone entro il 2010. Con la crisi invece ben 18 lavoratori sono stati messi in Cassa Integrazione Straordinaria a zero ore ed altri 30 “a rotazione”. Questa mattina Walter Paesini, della Rsu della Biesse di Secchiano, ha spiegato la situazione nella trasmissione Tempo Reale (Radio Icaro-IcaroTV).

“Siamo delusi ma ce lo aspettavamo – ha detto Paesini – Ci hanno dato per certo lo smantellamento dello stabilimento di Secchiano che sarà inglobato in quello di Pesaro. Il motivo sarebbe la scarsa produttività ma secondo noi la struttura non è mai stata resa produttiva. In sostanza l’azienda se l’è presa con la gestione precedente. Purtroppo così si aggrava anche la situazione della Cassa Integrazione con altri sei lavoratori a zero ore mentre per la ventina rimanente sarà accentuata la rotazione a causa delle scarse commesse.”

“Secondo noi – ha spiegato ancora Paesini – siamo stati vittime di ‘giochi aziendali’: crediamo infatti che la Biesse abbia aperto il sito di Secchiano anche per dar fastidio alla Scm (sul territorio con uno stabilimento Morbidelli). Molti di noi infatti provengono proprio dalla Scm. Ora però anche lo stabilimento Morbidelli è in crisi e sta per essere chiuso quindi, venuta meno la rivalità, Biesse ha deciso di venir via da Secchiano.”

Newsrimini.it

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna