mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Sei ultrà del Milan sono stati condannati dal giudice per le direttissime di Milano a pene comprese tra i 6 mesi e i 4 anni e mezzo di carcere per gli scontri avvenuti nel derby Inter-Milan del 15 febbraio scorso. Un settimo imputato è stato invece assolto.
di    
lettura: 1 minuto
ven 17 lug 2009 17:35 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso della colluttazione, un supporter nerazzuro riportò ferite tali da perdere l’uso di un occhio. La pena più alta, 4 anni e 6 mesi di carcere, è stata inflitta a Luca Lucci, accusato di rissa aggravata e lesioni per aver sferrato il pugno al tifoso dell’Inter, V. M., che ha poi perso un occhio e che si è costituito parte civile. A lui è stata riconosciuta una provvisionale di 140 mila euro a carico dei sei condannati, da versare in solido.
Il giudice ha anche disposto per i condannati il divieto d’accesso allo stadio (da 2 a 5 anni). Francesco Lucci, fratello di Luca, è stato condannato a 2 anni e 6 mesi; Marco Pacini a due anni, Angelo Vittori a un anno (pena sospesa), Marco Solari a un anno e Antonino Amato a sei mesi (pena sospesa). L’unico assolto è stato Cristian Matasciola, per il quale il Pm aveva chiesto un anno e sei mesi di carcere.
Dopo la lettura della sentenza, alcuni amici degli imputati, molti dei quali con addosso la maglia della curva sud milanista, hanno urlato “bastardi” e “a Spaccarotella hanno dato 6 anni”

Altre notizie
di Redazione
aveva derubato un compagno

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna