martedì 22 gennaio 2019
In foto: Nel piano di riorganizzazione sarebbe previsto di mettere in esubero 530 dipendenti, rispetto ai 400 preventivati inizialmente, e di partire a breve con la cassa integrazione straordinaria.
di    
lettura: 1 minuto
ven 10 lug 2009 16:38 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il Gruppo SCM, leader mondiale nella produzione di macchinari per la lavorazione del legno, occuperebbe circa 3.800 persone in 27 stabilimenti produttivi, tutti in territorio italiano, la maggior parte dei quali dislocati in provincia di Rimini.

Ne dà notizia il consigliere regionale Gioenzo Renzi (an-pdl) in un’interrogazione, evidenziando che, sulla situazione descritta, la direzione della SCM ed i sindacati, in una riunione tenutasi di recente, non avrebbero trovato alcun accordo.
Renzi chiede quindi alla Giunta regionale se non ritenga opportuno convocare con urgenza un Tavolo presso l’assessorato regionale alle Attività produttive, invitando i vertici SCM ed i sindacati, in modo da superare l’attuale ‘muro contro muro’ e di contemperare le esigenze di riorganizzazione dell’azienda con la salvaguardia del maggior numero possibile di posti di lavoro. (AC)

Altre notizie
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna