18 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Aborto. Papa Giovanni XXIII anche in Italia esiste costrizione

RiminiSanità

17 luglio 2009, 12:51

in foto: "Un plauso ai parlamentari dei diversi schieramenti che hanno contribuito con il loro voto all'impegnativa scelta di sostenere in ambito internazionale il diritto di ogni donna a non essere indotta o costretta ad abortire".

A rivolgerlo, a nome dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, è il responsabile generale Giovanni Paolo Ramonda.
“La nostra esperienza diretta – si legge in una nota – ci porta a dire che questo non avviene solo nei paesi del terzo mondo ma anche
in Italia. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un continuo aumento di donne indotte o costrette all’aborto fra quelle che
ci contattano al nostro numero verde per chiedere
aiuto”.
A giudizio di ramonda, “la costrizione avviene in genere dai genitori per le minorenni, dal padre del bambino o dal datore di lavoro,
talvolta dai tutori per donne con problemi mentali. L’induzione avviene da parte dei medici quando si sospettano problemi al
bambino, dagli assistenti sociali quando la donna è già da loro seguita, da un contesto sociale in cui per chi vuole abortire tutte le porte sono aperte, ma se vuole tenerlo sono
affari suoi”.
A tale riguardo, prosegue la nota , “ritenendo particolarmente grave e diffuso il fenomeno”, la
Comunità Papa Giovanni sta elaborando una proposta di legge per contrastarlo efficacemente. Se allora ci impegniamo a livello internazionale, bisogna che siamo i primi a dare il buon
esempio con politiche e stanziamenti importanti affinché ogni mamma incinta abbia il diritto di poter accogliere in condizioni dignitose il figlio che già porta in grembo”.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454