venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Quella di sfiduciare Oronzo Zilli da capogruppo del Pdl in consiglio comunale - una mossa portata avanti da nove consiglieri azzurri, poi rientrata nella serata di ieri - è stata "una iniziativa sbagliata".
di    
lettura: 1 minuto
ven 26 giu 2009 10:45 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Così – con una nota congiunta emessa nella serata di ieri- i vertici del Pdl riminese, Marco Lombadi e il deputato Sergio Pizzolante mettono una pietra sopra ad una vicenda che non aveva mancato di generare tensioni all’interno del centrodestra.
“Certamente Zilli non ha commentato correttamente i risultati elettorali – scrivono Lombardi e Pizzolante – ma, siccome la decisione di alcuni consiglieri comunali è stata dettata dalla volontà di difendere il Coordinatore Provinciale Marco Lombardi, li ringrazio per il gesto ma ritengo fuori luogo ogni mutamento di assetto all’interno del gruppo.”
Secondo i due esponenti del Pdl, “questo è il momento dell’unità e del progetto per il futuro, partendo dalla valorizzazione del risultato elettorale”. Pertanto, viene chiesto ai consiglieri “di soprassedere alla loro determinazione compiendo un atto di responsabilità per ricomporre quel clima di unità che solo ci potrà porre nelle condizioni di vincere le prossime battaglie elettorali che ci attendono”.

Altre notizie
di Redazione
elezioni amministrative

Bene comune e pace sociale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna