Indietro
menu
Ambiente Rimini

Qualità aria, il Comune é inadempiente. Categorie proseguono protesta

In foto: Il Comune di Rimini sarebbe inadempiente agli impegni ambientali sottoscritti con l'accordo regionale sulla qualità dell'aria, a partire dall'incentivazione del trasporto pubblico.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 gen 2008 18:40 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Lo ribadiscono in una nota congiunta, con la richiesta di una moratoria per i blocchi del giovedì, CNA, Confartigianato, Confesercenti e Confcommercio di Rimini, che chiedono un incontro urgente col sindaco ed un Consiglio Comunale aperto.

Pubblichiamo il comunicato delle associazioni:

BLOCCHI DEL TRAFFICO A RIMINI

Le rappresentanze delle Associazioni riminesi del Commercio e dell’Artigianato, in merito ai blocchi del traffico nel Comune di Rimini, ribadiscono la convinzione che tale provvedimento sia inefficace, inutile e dannoso per tutte le categorie economiche e tutti i cittadini, e sono a richiedere una moratoria di tale provvedimento.

L’accordo di programma sulla qualità dell’aria, infatti, vede quale primo inadempiente lo stesso Comune di Rimini che a tutt’oggi non ha dato attuazione agli impegni sottoscritti quali:

promuovere e sostenere l’utilizzo del servizio pubblico locale (TPL) dando priorità agli interventi organizzativi e tecnologici in termini di regolarità e puntualità;
riqualificazione del parco esistente del Trasporto Pubblico Locale con mezzi eco compatibili;
realizzazione di infrastrutture che favoriscano l’uso del mezzo pubblico come le corsie riservate e preferenziali, i sistemi di perfezionamento semaforico e di gestione delle flotte del Trasporto Pubblico per diminuire i tempi di percorrenza;
realizzazione di tariffazione integrata e agevolata durante i blocchi del traffico;
predisposizione di punti di interscambio modale, con lo sviluppo dell’integrazione con la bicicletta, mediante la realizzazione di strutture e infrastrutture nei mezzi e nelle fermate del TPL;
regolazione automatizzata degli impianti semaforici, con precedenza ai mezzi pubblici;
incremento di itinerari sicuri casa-scuola per l’utilizzo prevalente della bicicletta, in particolare attraverso la realizzazione di passaggi ciclo pedonali sopraelevati;
diversa regolamentazione del trasporto merci nel centro storico.

Per tali ragioni, le scriventi associazioni vista la esclusiva penalizzazione degli utenti automobilisti, durante il blocco del traffico, pur mantenendo lo stato di mobilitazione delle categorie, sono a richiedere un incontro urgentissimo con il Sindaco del Comune di Rimini, con tutti i capigruppo delle istanze politiche ed un consiglio Comunale aperto su tale problematica.

Rimini, venerdì 25 gennaio 2008

CNA RIMINI
CONFCOMMERCIO RIMINI
CONFESERCENTI RIMINI
CNA.COM RIMINI
CONFARTIGIANTO RIMINI