Indietro
menu
Ambiente Provincia

Indagine ANCOT. Nel 2006 a Rimini la Tarsu più alta d'Italia

In foto: Sono gli abitanti della provincia di Rimini quelli che pagano di più in tasse e tariffe per la gestione dei rifiuti solidi urbani, con una media di 163,45 euro l'anno:
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 12 gen 2008 13:38 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

poco meno dei costi totali dello smaltimento dei rifiuti sostenuti dalle casse pubbliche che nella provincia è pari a 174,21 euro per abitante.
Il dato emerge da una analisi dell’associazione nazionale consulenti tributari Ancot, che ha considerato la Tar.Su (tassa per i
rifiuti solidi urbani) e le tariffe per lo smaltimento.
Tra le province campane, sotto i riflettori per l’emergenza rifiuti, Napoli è al trentaseiesimo posto per quanto pagato dagli abitanti, 92,85 euro in media pro-capite, a fronte di costi ben più alti: lo smaltimento dei rifiuti costa alle casse pubbliche ben 139,14 euro per ogni abitante.
Gli abitanti della provincia di Salerno(ventiseiesima in classifica) pagano di più dei napoletani, 100,69 euro l’anno, con costi di smaltimento che nella provincia sono di 106,12 euro per abitante.
In fondo alla classifica, pagano meno di 60 euro l’anno gli abitanti di Ragusa, Oristano, Campobasso, Caltanissetta, Vibo Valentia, Agrigento, Isernia. Meno di 50 euro l’anno in
provincia di Reggio Calabria: 49,77 euro a fronte di costi per 69,76 euro. Pagano meno di tutti gli abitanti della provincia di Siracusa: 48,63 euro l’anno a persona a fronte di costi di
smaltimento pari a più del doppio, 91,27 euro per abitante.
L’ANCOT ha rielaborato i dati dell’ultimo Rapporto Rifiuti 2006 realizzato dall’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e per i servizi Tecnici (Apat) e dall’ Osservatorio Nazionale sui rifiuti. (Ansa)

Notizie correlate