Indietro
menu
Provincia

Il biglietto con l'SMS. Quando l'innovazione si scontra con la realtà

In foto: Stare al passo con la modernità non è sempre facile, e capita che i tentativi di innovazione restino al palo.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 10 gen 2008 09:52 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Siamo andati a indagare sull’esito di un progetto presentato un anno fa a Rimini in tema di trasporto pubblico.

Il biglietto dell’autobus con un SMS: un anno fa, agenzia Mobilità di Rimini presentava, in collaborazione con CartaSì, “Un SMS e via”, un servizio innovativo che permetteva, tramite telefonino, di ricevere un codice facente funzione di biglietto da mostrare poi al controllore. Un servizio – comunque partito in via sperimentale, ricorda Agenzia Mobilità – che oggi è già tornato nel cassetto. Principalmente per un motivo: la gestione del trasporto pubblico sta vivendo una complessa fase di cambiamento per cui Agenzia Mobilità in futuro gestirà solo la programmazione dei servizi, mentre l’attuazione sarà assegnata tramite bando. La gestione della biglietteria passerà quindi ad altri soggetti. E’ anche vero però che i tempi non sembrano ancora maturi per un’innovazione del genere. Che già esiste in Scandinavia, dove però il pagamento avviene tramite il credito telefonico. In Italia, invece, occorre ancora passare dalla carta di credito. Può essere conveniente, come avviene per gli skipass, quando l’importo della transazione è elevato. Ma su importi bassi, le spese per la transazione potrebbero arrivare a superare quelle del biglietto stesso. Perciò, in attesa di prendere davvero il bus per la modernità, il biglietto è sempre meglio averlo in tasca.
(newsrimini.it)

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.