Indietro
menu
Rimini

Forza Italia con i commercianti contro il blocco del traffico

In foto: Lombardi e Ravaglioli di Forza Italia si schierano con le associazioni che ieri hanno protestato col Comune sulle limitazioni al traffico, minacciando una mobilitazione. La nota stampa
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 19 gen 2008 18:04 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Coordinatore provinciale di Forza Italia Lombardi ed il Capogruppo in Consiglio Comunale Ravaglioli, invitano il Sindaco a prendere in seria considerazione le proteste e le proposte di Confartigianto, CNA, Confcommercio e Confesercenti rispetto al blocco del traffico in vigore il giovedì.

Atteso che da diversi autorevoli pareri – affermano i due esponenti di Forza Italia – emerge l’assoluta inutilità del blocco, non si capisce perché il Comune si ostini nel proseguire in un divieto che penalizza chiaramente gli operatori economici già colpiti dalla collocazione dell’Iper e dalle mancate promesse sulla riqualificazione del centro storico.

La necessità di calibrare ogni intervento di blocco alla circolazione, si evince anche dal Piano Regionale che invece il Comune ha recepito esasperandone il contenuto.

I divieti imposti ai cittadini, infine, non tengono conto del fatto che spesso chi non ha automezzi in regola, si trova nella impossibilità economica di acquistarne dei nuovi, e quindi in questi casi risulta ancora più odioso vedere che mentre si impedisce ai cittadini di circolare, i mezzi pubblici certamente obsoleti e super inquinanti circolano tranquillamente.

Cercheremo quindi – concludono i due esponenti azzurri – di sostenere in ogni modo le istanze delle Associazioni e di portare a conoscenza dell’opinione pubblica anche attraverso il contributo di autorevoli scienziati, l’assoluta inutilità di tali blocchi che rispondono solo a demagogiche scelte pseudo-ambientaliste, utili solo per tenere insieme la maggioranza di centrosinistra ma che nulla hanno a che fare con il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.