giovedì 17 gennaio 2019
In foto: I carabinieri di Riccione hanno arrestato cinque persone per tentata estorsione di 60.000 euro ad un commerciante riccionese.
di    
lettura: 1 minuto
mer 26 set 2007 19:10 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In carcere sono finiti Adriano Bononcini, 56 anni, di Casalecchio di Reno (Bologna), per gli inquirenti il ‘mandante’ della tentata estorsione; Aldo Giannicolo, 38 anni, di Napoli;
Alfredo Sicuro, 30 anni, pluripregiudicato, della provincia di Rimini; Salvatore Rinaldi 34 anni, pluripregiudicato, napoletano; Giuseppe Primavera, 36 anni, anche lui pluripregiudicato della provincia di Rimini.
La vicenda era iniziata il 20 settembre, quando la vittima della tentata estorsione è andata dai carabinieri per raccontare che Bononcini, titolare di una ditta di abbigliamento
(la BBC Service Group con sede al Centergross di Bologna), pretendeva da lui 60.000 euro a titolo di ‘risarcimento” per una fornitura di abbigliamento ad una ditta di Valencia (Spagna)
mai pagato perché la ditta era fallita. Bononcini pretendeva il risarcimento dalla vittima perché quest’ultima era uno dei soci
della ditta spagnola. Per incassare il denaro il fornitore aveva finto di aver girato il debito a tre ‘esattori’ (Sicuro, Rinaldi e Primavera), che avevano avvicinato il commerciante minacciando lui e l’attività commerciale a Riccione della figlia se non avesse saldato. L’uomo però ha subito chiesto aiuto ai carabinieri, che hanno iniziato a seguire le mosse del quintetto. Alle 23.30, li hanno sorpresi nel centro di Riccione mentre minacciavano il commerciante e li hanno bloccati e arrestati. (ANSA)

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna