venerdì 18 gennaio 2019
In foto: La 24° Rimini-Verucchio prenderà il via sabato 30 giugno alle 18,30 dal cuore di Rimini (Piazza Tre Martiri) - si legge in una nota del Golden Club Rimini, che organizza l'evento -
di    
lettura: 2 minuti
gio 28 giu 2007 18:10 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

dopo una cavalcata di 21 chilometri e 97 metri i maratoneti taglieranno il sospirato traguardo nella “Notte Rosa” posto in Piazza Battaglini a Verucchio a 297 metri sul livello del mare.

La Rimini-Verucchio congiunge idealmente le due rocche Malatestiane su un percorso affascinante immerso nel verde che metterà a dura prova i muscoli e la mente dei maratoneti. I maratoneti appena lasciata alle spalle Rimini, baipassando la statale, incontreranno le prime asperità con una decina di chilometri di salita, con punte anche del 10% seguite da brevi tratti più facili, su per le ‘Coste di Sgrigna’, sfiorando la Repubblica di San Marino fino a conquistare l’ambito traguardo di Verucchio.

La Rimini-Verucchio, è l’unica mezza maratona in linea dell’estate italiana; l’evento principe scelto dai maratoneti per saggiare e mantenere la condizione atletica per il proseguo della stagione che si prospetta interessante.

Una pioggia d’iscrizioni è pervenuta da tutta la Penisola e dall’estero. In tanti hanno scelto di abbinare un soggiorno in Riviera per partecipare alla Maratonina a dimostrazione che la formula sport e turismo è sempre vincente.

In attesa della partenza della classica a Rimini, in Piazza Tre Martiri alle 17.00, si disputerà la 1° Rimini-Verucchio giovanile con l’iscrizione gratuita per tutti i giovani. A Verucchio l’arrivo del primo maratoneta è atteso attorno le 19.40 con la solita grande festa di sport, turismo, storia, folklore, gastronomia e cultura.

La Rimini-Verucchio si corre anche a Staffetta (composta di due concorrenti) il primo frazionista da Rimini corre fino a San Paolo, il secondo, ricevuto il testimone, lo deve portare a Verucchio. In mezzo al groppone scaleranno a ritroso Verucchio i primatisti italiani di retrorunning Claudio Conti ed Ivan Di Giulio.

La Rimini-Verucchio, a ricordo del bicentenario della nascita dell’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi, ha istituito un traguardo volante a San Paolo. Il 1° uomo e la prima donna che transiteranno e concluderanno la gara riceveranno un premio offerto dal Comitato Riminese e dall’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini.

I favoriti in campo maschile sono il 25enne nordafricano Joseph Hammar, portacolori dell’Edera di Forlì e che partirà col pettorale numero 11, il campione verucchiese Graziano Calvaresi, vincitore dell’ultima edizione, che si presenta in prima fila a dare battaglia nonostante i 41anni col numero scaramantico 98. Inoltre sono da segnalare il siculo Enrico Pafumi numero 12, Andrea Pasquinelli per i colori riminesi numero 80 e tanti altri. Nel gentil sesso sono da segnalare la forlivese Cinzia Lanzoni numero 308, l’emiliane Anita Bolognesi (291), Katia Bianchini (272), la 25enne svizzera Jennifer Moresi (281) e la rientrante riminese Florinda Neri (287).

Curiosità: Il più attempato dei maratoneti in gara è il presidente dei Maratoneti Riminesi Vittorio Properzi, classe 1938, mentre fra le maratonete il primato spetta alla parigina Francoise Machtelinckx, classe 1949.

Per le news e l’elenco completo degli iscritti consultare il sito www.golden-club.it

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna