giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Non sarà quella vip di Soteby's e neppure quella frequentatissima on line di E-bay ma anche l'asta pubblica che si tiene nel magazzino comunale di via Toni a Rimini presenta oggetti interessanti e curiosi.
di    
lettura: 1 minuto
ven 25 mag 2007 12:47 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 11
Print Friendly, PDF & Email

Perlopiù smarriti o rubati, a volte nuovi, altre ancora non funzionanti. Gli oggetti sono affidati al magazzino comunale dalle forze dell’ordine o direttamente dai cittadini, vengono poi catalogati in data base e, ad un anno dalla pubblicazione, vengono battuti all’asta il cui ricavato va in beneficenza.
Stefano Pira, uno degli addetti, ci ha spiegato che le aste partono da prezzi bassi, definiti dai dipendenti comunali, il rilancio va di due euro in due euro. Gli aggiudicatari devono ritirare subito la merce e pagare in contanti.
“Spesso – ci ha raccontato Pira – chi partecipa si intestardisce su qualche oggetto e si fa prendere la mano dai rilanci finendo per pagare quasi come per un prodotto nuovo”.

Domani, dalle 8.30 nel magazzino comunale di via Toni, si batteranno 29 biciclette (alcune in ottimo stato) e 12 motori, poi dvd, stereo e decoder, ma anche un gruppo elettrogeno, trapani e levigatrici, una macchina da scrivere, un passeggino e una spada katana giapponese, vera, non quelle giocattolo ispirate al cartoon delle tartarughe Ninja. Può capitare insomma di trovare anche qualche stranezza: ” ci è capitato di mettere all’asta anche un’affettatrice ed un estintore” ha concluso Stefano Pira.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO