Basket. La Coopsette a caccia del tris di vittorie a Novara

Rimini Sport

18 marzo 2006, 14:06

in foto: La Coopsette, reduce da due successi di fila, per i play off, la Cimberio per un finale di stagione tranquillo. Con questi diversi obiettivi domani Rimini e Novara si troveranno faccia a faccia al palasport “Dal Lago”.

Partiti con ambizioni di promozione, i piemontesi sono ormai fuori dai play off e non hanno ancora risolto la pratica salvezza. A poco sono serviti i cambiamenti in corsa, con Phil Melillo che a fine 2005 ha preso il posto di Fabio Corbani in panchina, con le cessioni di Maggioni, Collins, Svoboda e Lewis, i passaggi di Pellettieri e Pledger, e gli arrivi di Palladino, Hines e Quaroni. In casa, però, si sanno far rispettare (sette vittorie a fronte di quattro sconfitte).
Le chiavi della regia sono affidate allo statunitense Donte Mathis, confermato dalla passata stagione e che nelle ultime settimane sta attraversando un momento di vistosa flessione. Nato in Texas 29 anni fa e uscito nel ’99 da Southwest Texas State, di cui è stato MVP nell’anno da senior, Mathis è arrivato in Europa nel campionato 2001/’02, in Germania. Dopo le esperienze in Islanda e Slovenia (con il Novo Mesto ha vinto il campionato e disputato la finale di Uleb Cup), è stato ingaggiato da Ragusa. Quest’anno viaggia a 14,3 punti a partita con il 56,6% da due ed il 34,5% da tre, contornati da 3,8 assist.
Otto minuti alla prima uscita per il play Mauro Quaroni, arrivato a fine febbraio dalla Curtiriso Casale Monferrato. 4,3 i minuti a disposizione del regista italo-argentino Sebastian Vico. Il 20enne di Santa Fè è alla sua seconda annata a Novara.
La guardia titolare è il 35enne Marco Sambugaro, che ha collezionato diversi gettoni in azzurro. L’italo-tedesco, cresciuto nel vivaio dell’Olimpia Milano, fa del tiro perimetrale la sua arma principale: 48,1% con 106 tentativi. La sua mano è educata anche dalla media (68,1% con 47 tentativi). 10 punti tondi in 29,2 minuti per l’ex Montecatini, Livorno, Siena (con cui ha vinto un tricolore, come con la Stefanel Milano) e Scafati, anch’egli alla seconda stagione alla Cimberio.
Il 27 gennaio è stato tesserato Leandro Palladino, 30enne ala italo-argentina con trascorsi a Napoli. 8,3 punti con il 60% da due e 3,5 carambole in 28,5 minuti il suo contributo alla causa. Un problema al ginocchio potrebbe limitarne il minutaggio.
Il 24 febbraio è arrivato in Piemonte Samuel Hines, ala nativa di Wilson di 199 centimetri che per la Legadue costituisce un lusso. Nelle prime due gare con la canotta della Cimberio ha segnato 23,5 punti in 25,5 minuti passati sul parquet, tirando da due con il 50%, da tre con il 33% e facendo percorso netto dalla lunetta (10/10). Per l’americano anche 3,5 rimbalzi. Pesantissime, però, le sue 5,5 perse.
Sotto le tabelle coach Melillo può contare sull’ex Padova, Montecatini, Milano e Messina Manuel Vanuzzo, giocatore che ha sempre fatto bene contro Rimini. 31 anni, 205 centimetri d’altezza, Vanuzzo, che ha fatto parte della Nazionale che ha disputato i Giochi del Mediterraneo, si fa sentire nella lotta a rimbalzo (6,8 carambole), ma ama anche prendersi molte conclusioni dalla distanza (da dove si esprime con il 32,5%). Da due 46,7% per 9,5 punti in 33 minuti.
Il pivot è il 34enne Paolo Alberti, che con l’Olimpia ha conquistato una Coppa Korac, una coppa Italia e uno scudetto. Il 2.06 milanese, che ha trascorso anche due stagioni in Grecia e collezionato diverse presenze con la Nazionale italiana, si fa apprezzare per il lavoro sporco: blocchi e rimbalzi sono il suo pane. Le sue statistiche parlano di 5,2 punti e 5,4 rimbalzi in 21 minuti. Dalla lunetta non è una sentenza, per usare un eufemismo (57,9%).
Le alternative nell’area pitturata sono Giovanni Setti, anche direttore sportivo della Cimberio, e Damian Tintorelli. Il 2.06 di Junin è a Novara dal 2002/’03. In questa stagione si mantiene sugli 8,1 punti (con quasi il 54% dal campo ed il 58,5% ai liberi) e 6 rimbalzi in poco meno di metà partita. Il 36enne Setti, parmigiano di 204 centimetri uscito dalle giovanili della Virtus Bologna, viene spremuto per 8,8 minuti. 2,1 punti per l’ex Jesi, Sassari e Osimo.

E’ stata una settimana difficile per i Crabs, che non si sono praticamente mai allenati al completo. Sims e Tassinari hanno assorbito le botte, rispettivamente al ginocchio e alla coscia, rimediate nello scrimmage infrasettimanale con Imola. Verso il forfait Filloy per una contrattura al bicipite femorale.

La partita sarà trasmessa in diretta su radio Icaro. Palla a due alle 18,15.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454