mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Un nido d'amore trasformato in una prigione infernale, per lei e per il suo bambino piccolo. Teatro della tragedia è stato, il mese scorso, un appartamento di Cesenatico, preso in affitto da una coppia di amanti clandestini.
di    
lettura: 1 minuto
ven 17 feb 2006 11:21 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lui, Fausto Marletta un 30enne nativo di Siracusa ma da anni residente a Nizza, aveva lasciato moglie e figlio in Francia. Lei, una catanese di 23 anni, per fuggire con lui era scappata dal marito portandosi dietro il figlio di tre anni.
La coppia di amanti ha alloggiato sul lungomare di Cesenatico per un circa un mese, nel gennaio scorso. Ma dopo pochi giorni la passione ha lasciato il passo alla rabbia.
L’uomo, un pluri-pregiudicato specializzato in rapine ed estorsioni, ha cominciato a picchiare la ragazza e il suo bambino, arrivando anche a segregarli in casa ogni qualvolta doveva uscire.
Il culmine però è stato raggiunto il 21 gennaio scorso, quando Marletta, per sfogare le sue frustrazioni con la donna, ha accoltellato il suo bambino.
Marletta è stato arrestato mercoledì notte in aeroporto a Milano dove stava per rincontrarsi con la siciliana. La ragazza, infatti, era riuscita a fuggire da Cesenatico e a denunciare l’uomo ma, una volta tornata in Sicilia con il figlio, aveva preso in considerazione l’ipotesi di ritornare con lui.
Non poteva sapere però che Polizia e i Carabinieri erano sulle sue tracce.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna