sabato 19 gennaio 2019
In foto: Un appartamento di oltre 50 metri quadri al nono piano in una palazzina che di piani ne aveva otto. A scoprire la costruzione abusiva in viale Ceccarini a Riccione, realizzata allargando un precedente vano adibito al servizio, è stato il Corpo Forestale.
di    
lettura: 1 minuto
mer 26 ott 2005 13:58 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La costruzione, ormai rifinita e ammobiliata, comprendeva un monolocale arredato a giorno con angolo cottura, servizio igienico e veranda per un totale di 58 metri quadrati di superficie coperta.
Le pareti erano state realizzate in muratura ordinaria con finestre in alluminio e un collegamento con scala a chiocciola con l’appartamento al piano inferiore. Il locale, del tutto privo di autorizzazioni, era stato dotato di tutti gli impianti: elettrico, idrico, del gas, compreso un impianto di condizionamento.
Denunciati i 2 proprietari, padre e figlio, che ora rischiano la condanna fino a 2 anni e l’ammenda da 5mila a 51mila euro per l’infrazione della legge edilizia, una ulteriore ammenda fino a 10mila euro per la mancanza dell’autorizzazione sismica, oltre, naturalmente, alla demolizione.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna