venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Circa una cinquantina di giovani delle parrocchie e del punto giovane di Riccione hanno partecipato ieri sera all'incontro con il sindaco Daniele Imola, invitato ad un faccia a faccia con i suoi concittadini più giovani, nell'ambito della festa parrocchiale di Gesù Redentore.
di    
lettura: 1 minuto
ven 7 ott 2005 19:00 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Con il primo cittadino anche l’assessore comunale alle politiche giovanili Francesco Cavalli.
Signor sindaco vorrei sapere… non hanno risparmiato curiosità e provocazioni i giovani delle parrocchie di Riccione. Tra le domande più spinose quella sull’intitolazione di piazza dell’Unità a Giovanni Paolo II. Imola, ricordando di aver firmato la petizione cittadina promossa dalle parrocchie, ha dichiarato anche di non aver condiviso l’irrigidimento di alcuni “compagni” che si sono trincerati in una posizione meramente ideologica. “Un atteggiamento – ha aggiunto – che si sta lentamente sciogliendo e ora si lavora per arrivare in tempi brevi ad una valida soluzione alternativa”. Provocato dai giovani anche sui Pacs: “Sono a favore degli aiuti nei confronti delle coppie di fatto – ha detto – ma non mi spingerei troppo avanti sulle coppie omosessuali”. Domande anche sul disagio giovanile. Il sindaco ha raccontato di aver incontrato il gruppo di ragazzi responsabili degli atti di vandalismo nella zona di San Lorenzo. “Non sono delinquenti – ha detto – chiedono solo uno spazio adeguato per incontrarsi e ci sto lavorando”. Promesse di interessamento anche nei confronti della squadra di calcio del Punto Giovane, che milita in terza categoria ed è costretta ad allenarsi nel campo di via Menaggio, definito un campo di patate. Imola farà in modo che possano accedere al nuovo campo in sintetico che si sta realizzando nella Perla Verde.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna