lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Venerdì sera, l'Ordine degli Architetti di Rimini celebrerà i suoi dieci anni con una festa a Palazzo Marcosanti di Poggioberni. L'occasione per presentare le nuove iniziative dell'Ordine, che conta circa 600 associati. www.rn.archiworld.it
di    
lettura: 1 minuto
mer 21 set 2005 07:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’Ordine, infatti, per i suoi dieci anni, raddoppia. E’ infatti nata l’associazione Archirì, che permette ai membri, fuori dall’ufficialità dell’Ordine, di essere, appunto, più architetti e meno amministratori, per promuovere sul territorio la cultura dell’architettura.
Tra le iniziative per il decennale, due mostre ospitate da venerdì all’8 ottobre allo Showroom degli Arredamenti Biagetti di Santarcangelo, socio onorario di Archirì come promotore dell’arte del design: una mostra di oggetti di Charlotte Perriand, celebre designer della prima parte del ‘900, e una mostra di Tesi di Laurea dei riminesi iscritti ad architettura nell’ultimo biennio. Un modo per dare spazio ai giovani che entrano nel mondo del lavoro, e a cui pubblico e privato potrebbero offrire più occasioni, tramite, ad esempio, i concorsi. Perché per gli architetti la realtà riminese, spiega Marco Zaoli, prresidente dell’Ordine, è favorevole, ma solo fino a un certo punto.
“E’ un territorio facile, perché il mercato c’é ed é dinamico, come testimoniano gli alti prezzi, ma a volte si predilige la quantità a scapito della qualità”. E da qui una provocazione: “Viste le cifre alte che girano, i costruttori potrebbero sacrificare un pò dei loro introiti in nome della qualità architettonica”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna