Indietro
menu
Provincia Turismo

Stati generali del turismo. Per superare la crisi è necessario collaborare

In foto: Per superare la crisi e gettare le basi per il futuro la parola d'ordine è “collaborare”, creando una cabina di regia trasversale. Questo il filo conduttore degli Stati generali del turismo ai quali sono intervenuti questa mattina i sindaci ed il presidente della Provincia.
www.associazionealbergatoririmini.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 20 gen 2005 19:09 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per valorizzare e promuovere il turismo, punto di eccellenza della nostra provincia, è necessario innovare e creare coesione tra tutti i soggetti pubblici e privati del territorio. Questa la ricetta suggerita dall’Associazione Provinciale degli Albergatori e raccolta dai sindaci di Bellaria, Cattolica, Misano, Riccione e Rimini e dal presidente della Provincia Ferdinando Fabbri. Ascoltiamo proprio Fabbri ed il sindaco di Cattolica Pietro Pazzaglini.

Necessario, proprio per il presidente Fabbri, è puntare sulla qualità e sul recupero del territorio visto che ormai l’urbanizzazione in provincia ha raggiunto livelli tali da escludere ulteriori crescite quantitative. Nel suo intervento Fabbri ha raccolto anche l’invito alla collaborazione tra le varie realtà locali e tra queste ed i privati, ribadendo però le difficoltà che esistono in una realtà come quella della Riviera dove esistono molteplici soggetti (centinaia sono solo gli alberghi ed i bagnini) da mettere d’accordo. Infine il presidente della Provincia ha posto l’accento sulla necessità di impegnarsi sulla mobilità mostrando ottimismo sull’arrivo di finanziamenti per il Trc.

Il sindaco Ravaioli, nel corso del suo intervento, ha invece anticipato che il comune di Rimini sta pensando di attivare un Piano Strategico per coordinare e programmare nel medio e lungo periodo lo sviluppo sostenibile coinvolgendo anche le forze sociali, culturali ed economiche. È previsto, entro maggio, un convegno di studi che darà il via all’operazione. In risposta a Fabbri, ha poi convenuto sulla necessità di porre grande attenzione alla cementificazione ed ha assicurato che non ci saranno altre varianti urbanistiche.

Sul tavolo anche le proposte dell’associazione albergatori che chiede più collaborazione tra pubblico e privato per investimenti a lunga scadenza. Ascoltiamo Gabriele Bucci, direttore Aia Rimini.

Il prossimo appuntamento promosso dall’Aia è l’incontro con il presidente della regione Vasco Errani, in programma i primi di febbraio.