mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Il sindaco di Riccione Daniele Imola e l'assessore Mario Galasso questa mattina hanno incontrato i rappresentanti delle le categorie dei bagnini del territorio per riferire della riunione che si è svolta nei giorni scorsi a Bologna con l’Assessore Regionale alla difesa del suolo e della costa Marioluigi Bruschini e i dirigenti dell’Assessorato.
di    
lettura: 1 minuto
lun 11 ott 2004 16:49 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le richieste, hanno spiegato i due amministratori, sono state prima di tutto un primo intervento di ripascimento da effettuare nel periodo primaverile attraverso una parte dei 50mila metri cubi di sabbia stoccati per il territorio di Riccione; in secondo luogo, Sindaco e Assessore hanno chiesto all’Assessore regionale di prevedere entro il periodo della legislatura un ulteriore ripascimento, questa volta dal mare, come avvenne 3 anni fa; infine, la possibilità di prevedere uno studio di fattibilità riguardante le barriere sommerse che prenda in considerazione il territorio di Misano Adriatico e la protezione di quello di Riccione.
Nello studio, hanno spiegato gli amministratori, dovrebbe essere previsto anche l’esame della diga del Conca con un intervento che porti a mare, una serie di sedimenti che altrimenti rimarrebbero bloccati a monte.

L’Assessore Bruschini ha spiegato che per la prima volta, per il passaggio della competenza dell’areniledallo Stato alle Regioni, ha potuto inserire nel bilancio regionale un capitolo di spesa di 3 milioni di € per la difesa della costa di cui 1 milione e 200mila da investire entro la primavera nel territorio sud della provincia di Rimini per i comuni di Riccione e Misano Adriatico.

Per quanto riguarda invece l’intervento di ripascimento dal mare richiesto dal Comune di Riccione nei termini della legislatura, l’Assessore Bruschini ha spiegato che la Regione insieme alla Regione Marche hanno chiesto allo Stato Italiano, lo stato di calamità di tipo B.
Gli amministratori auspicano di conseguenza un ulteriore investimento che sarà girato al territorio.

Per lo studio di fattibilità riguardante le barriere sommerse, la Regione Emilia-Romagna si è trovata d’accordo rispetto al piano del Genio Civile della provincia di Rimini, quindi sarà avviato un studio per un progetto con relativo piano di finanziamento rispetto ai problemi riscontrati nell’area sud della provincia.

Altre notizie
di Redazione
studente derubato a scuola

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna