domenica 20 ottobre 2019
menu
Provincia

Calano e cambiano le paure dei riminesi. Presentata un'indagine

In foto: Per certi versi calano, per altri cambiano le paure dei riminesi. Se ne è occupata la Provincia con un’indagine.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 6 nov 2003 19:13 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Euro batte guerra 22 a 19. Non è più il rischio di un conflitto in cima alle scala dei problemi per i riminesi bensì il costo della vita, con il suo 22.9 % e la criminalità diffusa,
25.5 %.
E’ quanto emerge dalla terza indagine sulla sicurezza urbana, curata dall’osservatorio della Provincia e che la Meta System di Rimini ha realizzato ponendo per telefono un questionario su un campione rappresentativo di oltre 2 mila cittadini nei mesi di dicembre 2002 e gennaio 2003.
L’indagine rileva una sostanziale miglioramento della qualità della vita, confermato dalla contrazione della percentuale relativa alla percezione di disordine sociale: furti, spaccio, prostituzione, vandalismo al patrimonio pubblico e privato, risse o disturbo della quiete registrano una diminuzione che in qualche caso scende fino al 40%.
I cittadini si dicono soddisfatti degli orari di apertura degli esercizi commerciali, dei servizi di acqua, luce, gas, della pulizia della città, della qualità dei servizi sanitari: un indice complessivo che getta qualche ombra solo sui trasporti pubblici che si traduce in una percentuale che sfiora il 70% e che registra un aumento pari al 4.6.
Quasi dimezzate poi, soprattutto a Rimini e Bellaria, le dichiarazioni di vittimizzazione, cioè episodi in cui si ha subito uno o più fatti di reato. Ma non è forse quest’ultimo un dato in controtendenza, soprattutto se confrontato al fatto che il controllo della criminalità da parte delle forze dell’ordine registra una diminuzione di quasi 9 punti percentuali?

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna