giovedì 22 agosto 2019
menu
In foto: Anche quest'anno, in occasione della Commemorazione dei Defunti, il Comune di Rimini propone "Nel Nome delle Memorie", manifestazione musicale giunta alla sua settima edizione.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 31 ott 2003 12:55 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Domani alle 15, nell’antica cappella cimiteriale, è prevista l’esecuzione di un concerto di musica per archi, eseguito dall’orchestra dell’Istituto Musicale “G. Lettimi” ed intervallato da letture di brani poetici tratti dalla raccolta di liriche “Quel libero andare” di Andrea Montebelli. Domenica alle 15.30 inizierà nella chiesa cimiteriale di San Francesco, la S. Messa solenne celebrata dal Vescovo Mons. Mariano De Nicolò. Per tutta la giornata proseguirà il servizio gratuito, iniziato mercoledì, di trasporto interno nel Civico Cimitero, attivo dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17. Sono invece sospesi fino a mercoledì 5 novembre i permessi per l’accesso con mezzi personali, per motivi di sicurezza di tutti gli utenti. A Riccione, come tutti gli anni, la cerimonia inizierà alle 14.30: dal monumento dei caduti vicino al palazzo comunale si snoderà il corteo che raggiungerà il cimitero vecchio. La commemorazione si concluderà attorno alle 16, nel nuovo cimitero, con la musica della Banda comunale. A Santarcangelo la messa è fissata alle 10.30 di domani nella chiesa del Suffragio mentre domenica, a San Mauro Pascoli, la commemorazione inizia alle 9,30 con la banda in piazza Mazzini, prosegue alle 10 con la Santa Messa nella Chiesa di San Mauro e si conclude alle 11 con la posa di una corona ai caduti.

Momenti importanti per i cristiani richiamati a riappropriarsi del senso liturgico di questi giorni e a recuperare, attraverso il confronto con la morte, il vero significato della vita, come dono di Dio. Ascoltiamo Don Tarcisio Giungi, direttore dell’Uffuicio Liturgico diocesano.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna