Indietro
menu
Rimini Vita della Chiesa

I ragazzi di Azione Cattolica sulle Dolomiti per riflettere sul profeta Geremia

In foto: Giornata di uscita a contatto con la frizzante aria di montagna per i 450 ragazzi dell’Azione Cattolica che stanno vivendo il tradizionale campo di settembre sulle Dolomiti.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 5 set 2003 12:33 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I ragazzi, provenienti da 24 parrocchie e suddivisi in 5 case, riflettono quest’anno sulla figura del profeta Geremia, il più giovane profeta della Bibbia. Dio risponde alla sua paura di essere inadeguato nell’annunciarlo con la frase “Non dire sono giovane”, che è stata scelta come slogan della 26esima edizione del campeggio. Il campo si chiuderà domenica con una Messa comune celebrata al Santuario della Corona, in Provincia di Verona, presieduta da don Guido Benzi, Assistente Unitario dell’Azione Cattolica. Interverrà anche Silvia Tagliavini, Presidente riminese dell’Associazione, che presenterà la figura del Beato Alberto Marvelli. Abbiamo raggiunto in Val di Fassa Don Giampaolo Rocchi, assistente del settore giovani dell’Ac.