21 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Aumenti del canone per le spiagge: per i bagnini mai momento fu meno adatto

Rimini

21 agosto 2002, 11:37

in foto: “Non è proprio l’anno giusto per parlare di aumenti”: per Edmo Nanni, presidente della Cooperativa Bagnini di Rimini, gli aumenti del canone per le spiagge paventati dal ministero dell’Economia, stimati tra il 20 e il 40%, vanno approfonditi e chiariti:

questo non sembra però il momento giusto per una decisione del genere, dopo il maltempo e le mucillagini che hanno influito negativamente sulla stagione. “C’è chi ha chiesto lo stato di crisi, e ci vengono a parlare di aumenti” commenta sarcasticamente Nanni.
Sulla questione interviene anche l’associazione di operatori balneari OASI Confartigianato di Rimini con una nota firmata dal presidente della Confartigianato provinciale Mauro Gardenghi.
“Piove sul bagnato”, afferma Gardenghi, che poi ribadisce diverrsi punti: il canone pagato dagli operatori emiliano-romagnoli è già alto, ed è sempre stato pagato con puntualità, contrariamente ad altre regioni.
Nello stimare il canone va considerato che il turismo della nostra riviera è per tutti e non elitario. Gli operatori balneari pagano già il 20% di iva, mentre alberghi e ristoranti il 10. Infine – ricorda Gardenghi – Stato, Regioni e Comuni vorranno la loro parte, penalizzando ancora di più gli operatori.”

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454