lunedì 17 dicembre 2018
In foto: Automobilista avvisato, mezzo salvato: è questo il principio alla base del Viasis, il nuovo strumento di rilevazione della velocità presentato oggi dalla Provincia di Rimini. Si tratta di due rilevatori mobili, dal costo di 10 milioni ciascuno, che fungono da complemento dell’Autovelox e che da saranno in sperimentazione da domani a Rimini e Riccione:
di    
lettura: 1 minuto
mar 26 feb 2002 13:36 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

il Viasis, già in uso in diversi paesi europei, è un pannello a infrarossi che segnala al conducente la velocità che sta tenendo, e funziona un po’ come i cartellini gialli nel calcio: dopo alcune centinaia di metri c’è una pattuglia con l’Autovelox, e se l’ammonizione non ha funzionato, scatta la sanzione. “Una necessità, visti i dati che parlano nel 2000 di 60 morti sulle nostre strade, e molti a causa dell’alta velocità” ha ricordato l’assessore provinciale alla viabilità Maurizio Taormina.

Altre notizie
Gli auguri, un brindisi, una sorpresa...

RomagnaBanca Credito Cooperativo incontra i pensionati

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna