lunedì 18 febbraio 2019
In foto: Cinque anni di reclusione e 16 mila euro di multa. E’ la condanna inflitta questa mattina dal Gip Lorena Mussoni a Dejkai Linard, 27 anni, ex poliziotto albanese ed al connazionale Shemso Mirteza, di 26, entrambi clandestini, arrestati la sera del 26 gennaio 2001 dalla Squadra mobile di Macerata in collaborazione con i colleghi della Questura di Rimini, con 520 grammi di eroina purissima.
di    
lettura: 1 minuto
mar 22 gen 2002 20:17 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso
dell’operazione le manette scattarono anche ai polsi di Edgar Bruno
Wihelm Sommer, origini tedesche ma trapiantato a Sogliano sul Rubicone,
che però ha scelto di difendersi davanti al tribunale. La cattura del
terzetto, avvenuta alle spalle della sede del Comando provinciale dei
carabinieri nella zona del porto, ebbe momenti particolarmente
movimentati: per fermare la corsa dell’auto su cui viaggiavano,
infatti, un agente della Mobile di Macerata conctro cui i fuggitivi si
erano scagliati, fu costretto a sparare due colpi di pistola che
raggiunsero le gomme della Punto. Un quarto uomo riuscì a fuggire. Gli
investigatori marchigiani a Rimini posero la parola fine
sull’Operazione Blu, resa possibile anche grazie ad un agente
provocatore che, la notte degli arresti, aveva pattuito l’acquisto a
Rimini della droga recuperata.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna