sabato 15 dicembre 2018
In foto: Scocca l’ora del secondo debutto in canotta Crabs di Arthur Lee. Il play americano rientra dopo l’infortunio patito a Bergamo, alla prima di campionato, e tre mesi di stop forzato. I biancorossi questa sera saranno di scena, tra poco più di un’ora, al PalaMangano di Scafati, palazzetto freddo da un punto di vista climatico, ma scaldato da un pubblico davvero sesto uomo in campo.
di    
lettura: 2 minuti
gio 3 gen 2002 18:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

La Rida è un cantiere aperto: tanti i volti diversi in casa campana rispetto a quelli visti al Flaminio il 17 ottobre scorso, quando Scafati si impose di dieci (82-92), a partire dal tecnico. Sulla panchina bianconera da fine novembre non siede infatti più Virginio Bernardi ma Frank Vitucci. Hanno cambiato aria anche diversi giocatori: Daniels, Barrios e Marchetti. Hanno fatto comparsate Henry Herman, Brandon Wolfram e Reggie Fox. Ne sono arrivati di nuovi: Laezza, Osborne e Alihodzic. Insomma questa sera si affronteranno due squadre molto diverse da quelle della gara d’andata.
In cabina di regia la Rida schiera Randolph Childress, che viaggia a 18,4 punti con il 40,2% nelle triple. Per lui anche 3,3 recuperi, a fronte di 2,8 perse. L’alternativa è il già citato Aniello Laezza, play guardia classe ’73 di 186 centimetri, giunto a Scafati il 7 dicembre e che si ritaglia poco più di metà partita, che sfrutta imbucando 6 punti con 4/9 nelle triple e due recuperi. Ha visto finora tutte le partite dalla tribuna il play 17enne Generoso Di Lauro. Quattro “ne” invece per Alessandro Bertini, play-guardia classe ’82. Da guardia agisce Michael Campbell: 17,3 punti con quasi il 44% nelle triple, e 4,5 rimbalzi il suo bottino domenicale. Si ritaglia 6,3 minuti Andrea Cattani, guardia 23enne di 198 centimetri.
Da ala parte in quintetto Giuseppe Corvo. Per lui 9,1 punti con il 67,2% da due ed il 31,8% da tre. Migliorabile il 54,6% ai liberi. Dal 19 ottobre la Rida si può avvalere anche del contributo dell’americano Jason Osborne: 11,5 punti in 25,5 minuti per l’ala di 203 centimetri, che tira da due con il 60,3%, da tre ha 1/12 e dalla lunetta è una macchinetta: 30/33. Il suo apporto domenicale è fatto anche di 6,2 rimbalzi e 2,4 palle recuperate. Pochi scampoli invece per Giovanni Sabbia, 28enne di 2 metri e 1 centimetro. Il quattro titolare è Domenico Morena, che viaggia a 5,7 punti e 4,9 rimbalzi a partita.
Si torna a parlare americano sotto le plance con Gregory Newton, pivot di 208 centimetri, che segna 19 punti e cattura 11,3 rimbalzi a gara. E’ arrivato da neanche un mese Dzevad Alihodzic. Il centro croato, nato nel ’69 e alto ben 211 centimetri, segna 5,5 punti e cattura 5,5 rimbalzi in 18 minuti d’impiego.
Nei Crabs, oltre a Lee, rientra anche Marco Marangoni. Resta fuori dai dieci Malamov. Out per infortunio Stefan Ciosici. La partita verrà trasmessa in diretta su Radio Icaro dalle 20,30.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna