venerdì 14 dicembre 2018
In foto: Con l’inizio del 2002 saranno attivate presso l’Unità Operativa di Oculistica dell’Ospedale “M.Bufalini” due nuove metodiche terapeutiche basate sull’utilizzo della tecnologia laser:
di    
lettura: 2 minuti
ven 28 dic 2001 13:54 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 30
Print Friendly, PDF & Email

LASER AD ECCIMERI
Per curare miopia, astigmatismo ed ipermetropia (i cosiddetti “difetti di
refrazione”) sarà utilizzabile un sofisticato laser ad eccimeri di
produzione tedesca, il MEL 70.
Gli eccimeri sono una combinazione di gas (Argon e Fluoro) che, stimolati da
una scarica elettrica, emettono una radiazione ultravioletta invisibile che,
emessa sotto la guida di un computer, “rimodella” la cornea (il tessuto più
anteriore del bulbo oculare) asportandone uno strato sottile.
Questa tecnica, denominata foto-cheratectomia refrattiva (PRK), può
consentire una visione ottimale senza l’ausilio di occhiali o lenti a
contatto.
Si tratta, nella quasi totalità dei casi, di un intervento di carattere
estetico; pertanto, fatta ovviamente eccezione per i pochi casi in cui l’
intervento è indicato come terapeutico, il costo è a totale carico del
cittadino.
Non tutti coloro che lo desiderano sono però trattabili: è necessaria una
approfondita visita preliminare che valuti l’entità del difetto visivo e l’
esistenza delle condizioni (anagrafiche, anatomiche e fisiologiche, locali e
generali, ecc.) di idoneità.
Per chi volesse saperne di più un depliant è disponibile presso gli 8 Punti
Informativi dell’Azienda-USL: Ospedali di Cesena, Cesenatico e S.Piero in
Bagno, sedi distrettuali di Cesena (Corso Cavour,180), Savignano sul R.
(Presidio S.Colomba), Mercato Saraceno (Presidio “L.Cappelli”), Gambettola e
Gatteo (Poliambulatori). E’ inoltre possibile ricevere ulteriori notizie
inviandone richiesta all’indirizzo di posta elettronica del reparto
oculistica@ausl-cesena.emr.it.

Coloro che intendono sottoporsi ad una valutazione di idoneità possono
prenotare la visita preliminare telefonando al numero 0547-352302, dal
Lunedì al Sabato in orario 8.00-19.00.

TERAPIA FOTODINAMICA (PDT)
Per le complicanze della degenerazione maculare età-correlata e miopica sarà
disponibile la terapia fotodinamica (PDT), basata sull’uso combinato di un
farmaco iniettato per via endovenosa (la verteporfina) e di un laser a diodo
prodotto negli USA.

Il farmaco, attivato dalla luce del laser, consente di distruggere quei
capillari che, alterando la struttura della zona centrale della retina (la
macula), danneggiano la visione in maniera progressiva e irreversibile. Il
beneficio che si ottiene consiste nel rallentamento (e nei casi migliori nel
blocco) della crescita dei capillari anomali.
Per essere sottoposti a questo trattamento devono esistere delle specifiche
condizioni, riconosciute dallo specialista oculista e confermate da uno
studio dettagliato della circolazione del fondo dell’occhio.
La terapia è molto costosa e deve essere ripetuta ogni 3 mesi per 5 o 6
volte. In considerazione dell’utilità sociale della terapia, che può evitare
invalidità visive molto gravi, il costo è a totale carico del Servizio
Sanitario Nazionale.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna