giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Si è tenuto ieri sera il Consiglio Comunale di Santarcangelo sui campi elettromagnetici, che ha visto la presenza di un folto pubblico. Al centro del dibattito l’indagine informativa e conoscitiva messa a punto, con la collaborazione di esperti, per fornire ai consiglieri comunali e alla città intera alcuni strumenti di analisi.
di    
lettura: 1 minuto
sab 22 dic 2001 14:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 5
Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’introduzione del sindaco Mauro Vannoni, sono intervenuti i tecnici dell’Arpa (Azienda Regionale Prevenzione Ambiente), dell’Asl (Dipartimento di Sanità Pubblica) e del Comune, che hanno fornito dati normativi, tecnici e scientifici con l’ausilio di diapositive e strumenti informatici.
Dalla relazione del dottor Fausto Fabbri dell’Asl di Rimini è emerso che i campi elettromagnetici possono provocare sia effetti biologici (aumento della temperatura delle cellule e variazione del loro stato elettrico) sia effetti sanitari (aumento di leucemie, tumori, malattie cardiovascolari). Gli studi effettuati però non consentono valutazioni conclusive per la mancanza di elementi certi e definitivi, e pertanto allo stato attuale delle conoscenze scientifiche risulta improbabile che i campi elettromagnetici a bassa frequenza provochino tumori.
Gli interventi degli esperti di Arpa (il dottor Stefano di Donato e la dottoressa Maria Teresa Bagli) hanno fornito i risultati del monitoraggio effettuato nei Comuni della provincia di Rimini sulle stazioni attive. La situazione, hanno chiarito, è al di sotto non solo del limite previsto per legge (6 volt/metro), che non viene raggiunto in nessun caso, ma anche dell’obiettivo di qualità indicato dalla Regione (3 volt/metro).
A Santarcangelo sono state monitorate le antenne di via Pedrignone e di via Mazzini (le uniche due attive al 31 giugno 2001). I risultati delle rilevazioni effettuate in via Pedrignone (antenna Tim) raggiungono il valore di 0,5 volt/metro, mentre in di via Mazzini (antenna Omnitel) 0,8 v/m. Le misurazioni sono state effettuate sugli edifici più esposti alla stazioni attiva, e sono state ripetute per due volte nel corso dell’anno sia durante la stagione invernale che nel corso dell’estate.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Il Meeting presenta l'edizione 2019

Il Meeting verso i 40 con un avvicendamento

di Maurizio Ceccarini
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO