mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: Vince il BLUSail riminese di Magrini e Corbucci il Campionato Invernale di Vela d’altura di Ponente Ligure svoltosi domenica scorsa. La coppia di velisti di “Alfa Ceramiche” ha conquistato così nel Mar Ligure un’altra bella vittoria, a coronamento di una stagione molto positiva.
di    
lettura: 2 minuti
mar 27 nov 2001 18:54 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

In una bella giornata di sole il monotipo riminese sfrutta al meglio i salti di vento causati dal contrasto delle correnti marine e dimostra una netta superiorità nei confronti dei diretti avversari. Su 40 imbarcazioni iscritte “Alfa Ceramiche” strappa un ottimo quarto posto assoluto giungendo davanti ad alcuni “10 metri” e finendo primo nella propria classe. Nel percorso a bastone posto al largo di Pegli, Magrini e Corbucci, coadiuvati a bordo dal ligure Claudio Simonazzi (alla prua), non soffrono più di tanto l’onda debole.
“Una regata quasi perfetta per noi – commenta soddisfatto lo skipper Max Magrini – abbiamo recuperato subito una partenza difficile e poi non abbiamo più commesso errori mantenendo un’andatura molto sostenuta. Ora siamo pronti a ripeterci nella prossima prova (sempre a Pegli il prossimo 9 dicembre; ndr)”.

Buono il piazzamento di un altro BLUSail della flotta riminese. A Marina di Ravenna, nel Campionato Invernale del medio Adriatico con 58 imbarcazioni iscritte, ha regatato il BluSail “V::fea”, con al timone Vittorio Serazzi e il suo equipaggio tutto bolognese. La regata organizzata dal Ravenna Yacth Club si è svolta in una giornata fredda e limpida con debole maestrale e mare piatto. La partenza, fissata inizialmente per le ore 11, è stata rinviata in mare di mezz’ora per continui salti di vento facendo intuire che le condizioni sarebbero state difficili con un aria leggera e instabile.
L’equipaggio di Serazzi tenta la carta della nuova vela: il drifter. La vela, armata in prepartenza, sembrava adatta alle condizioni ma un rinforzo del vento costringeva la V::fea a poggiare e perdere acqua sostituendo il drifter con un fiocco. Durante la prima bolina, il BLUSail 24’ recupera acqua e posizioni e dopo un buon passaggio di boa alla prima poppa Serazzi, Venceslai, Solmi e Cardi (istruttore della Scuola BLUSea) piombano in un buco di vento che diventa fatale per le velleità di vittoria. Da lì in poi il vento comincia a fare i capricci su tutto il campo di regata, andando lentamente in ritiro in una miriade di refoletti dalle mille direzioni, tanto da convincere la giuria ad abbreviare il percorso ad a dare l’arrivo davanti l’imboccatura delle dighe foranee del porto. “V::Fea” è quinta all’arrivo nella sua classe.

Punta Ala: un’altra vittoria dei BLUSail 24’. “Secondo Vizio”, il BLUSail acquistato recentemente dal velista toscano Francesco Didi (9° all’Europeo di Rimini) ha vinto (sempre domenica 25) a Punta Ala il Campionato Invernale del Tirreno classe IMS.