sabato 15 dicembre 2018
In foto: Cresce in Emilia Romagna la spesa per l’assistenza domiciliare: dai 18 miliardi del ‘99 si è passati ai 20 del 2000, a cui vanno aggiunti i 78 miliardi che la Regione ha investito per erogare gli assegni di cura alle famiglie e per pagare infermieri e operatori sociali impegnati in questo tipo di assistenza.
di    
lettura: 1 minuto
lun 27 ago 2001 15:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 8
Print Friendly, PDF & Email

Dal ‘98 sono aumentati considerevolmente i malati terminali curati con l’assistenza domiciliare integrata (cresciuti dal 17% del ‘98 al 31% di quest’anno), mentre è diminuita l’assistenza rivolta ai casi meno gravi (dall’80 al 69%). La maggior parte degli interventi di assistenza richiesti dai medici di famiglia riguardano le donne, soprattutto in età avanzata; il 78,7% degli assistiti è ultra75enne, il 3,8% ha tra i 40 e i 59 anni e l’1,8% tra gli 0 e i 40 anni. Sopra gli 80 anni quasi una persona su 10 usufruisce di questo servizio. L’azienda sanitaria riminese è in linea con il trend regionale.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna