19 January 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

200mila presenze alberghiere e 20milioni di indotto. Le ricadute del Meeting

attualitàRimini

18 agosto 2017, 11:46

10mila camere d’hotel prenotate in oltre 400 hotel della Riviera dove si stimano 200mila presenze alberghiere per un indotto da circa 4milioni di euro. Aggiungendo le spese extra hotel si arriva addirittura a 16 milioni di euro. Sono le ricadute turistiche del Meeting di Rimini snocciolate dall’assessore regionale al turismo Andrea Corsini che ricorda le circa 800.000 presenze complessive agli eventi della kermesse dello scorso anno.

Numeri forniti alla vigilia di una 38esima edizione, intitolata “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”, che dal 20 al 26 agosto accoglierà oltre 300 relatori per i 118 appuntamenti in programma. Tra questi il presidente del consiglio Paolo Gentiloni che sarà ospite domenica dell’incontro inaugurale “L’eredità e il futuro dell’Italia”. Nei padiglioni della Fiera farà capolino mezzo governo: da Orlando ad Alfano, da Poletti a Calenda passando per Valeria Fedeli. Ci sarà anche l’ex premier Letta insieme a Violante, Bertinotti. Arriveranno il presidente di Confindustria Boccia e quello di Bankitalia Visco. Non mancheranno gli ospiti internazionali come il segretario generale della Nato Stoltemberg o l’alto rappresentate Onu Abdulaziz Al Nasser.

E poi ancora gli spettacoli: ad aprire il cartellone la Madama Butterfly di Puccini, domenica sera, interpretata in forma di concerto dalla China National Opera House con 170 artisti sul palco.

Ci saranno anche sette mostre allestite: dal Passaggio di Enea, con Andy Warhol che apre il percorso con un’opera dedicata all’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci in chiave Pop, fino a quella dedicata al centenario della rivoluzione russa.

Una kermesse ricca che costerà, a budget, circa 5,5 milioni a fronte dei 5,7 del 2016: servizi di comunicazione per le aziende (3 milioni 500mila euro), introiti dalla ristorazione (1 milione 135mila), attività commerciali, biglietti delle manifestazioni a pagamento e contributi da privati (legati al fundraising). Sono 3 i main partners del Meeting 2017 – Enel, Intesa Sanpaolo, Wind – 9 gli official partners. Nel complesso, oltre 130 aziende ed enti partecipano, a vario titolo, alla manifestazione e utilizzano il Meeting per la loro comunicazione al grande pubblico.

 


Gli spettacoli

Lo spettacolo inaugurale del Meeting 2017 (domenica 20 agosto, Arena Spettacoli UnipolSai D3, ore 21.45) sarà una prima assoluta: la Madama Butterfly di Giacomo Puccini interpretata in forma di concerto dalla China National Opera House. Sarà una produzione inedita, nata proprio per il Meeting, a portare in scena il dramma di Cio-Cio San con 170 artisti di Pechino tra cantanti e orchestrali, con i tradizionali costumi dell’Estremo Oriente e con una capacità di coinvolgimento emotivo che solo il grande spettacolo dal vivo può raggiungere.
Nei giorni successivi allo show inaugurale, il teatro porta in scena a Rimini due drammi lontanissimi nel tempo, ma accomunati dalla stessa necessità di verità: SdisOrè (Teatro Novelli, Mercoledì 23 agosto, ore 21,30) di Giovanni Testori e Solaris (Teatro Novelli, Martedì 22 agosto, ore 21,30), riduzione teatrale del capolavoro fantascientifico di Andrej Tarkovskij basato sul romanzo di Stanislaw Lem. Il primo, sviluppato importando l’Orestea di Eschilo sulle rive dell’Adda, ruota proprio attorno all’eredità dei figli di fronte alla morte violenta del padre, mentre il secondo si interroga sul ruolo della memoria in una realtà che cancella il passato trasformandolo così in incubo o in mostruosità ingombrante. A concludere questa triade teatrale sarà Padre e Figlio (Arena Spettacoli UnipolSai D3, Mercoledì 23 agosto, ore 21.45), un’altra produzione originale del Meeting in cui Massimo Popolizio torna a collaborare con il regista Otello Cenci, questa volta su un testo di Fabrizio Sinisi, guidando il pubblico attraverso alcune relazioni fondamentali delle tre religioni monoteiste (Caino e Abele, Abramo e Isacco, Giacobbe ed Esaù) per far emergere i tratti di libertà e di tradizione nelle relazioni di queste figure bibliche.
Dal teatro alla musica leggera: particolarmente efficace è la triade di concerti proposta dal Meeting 2017, che permetterà di incrociare tre celebri cantautori, uomini e musicisti diversissimi tra loro, tutti in grado di interpretare con sensibilità unica il dilemma della libertà e la rappresentazione del loro tempo: Fabrizio de Andrè, Enzo Jannacci e Claudio Chieffo.
Le canzoni di De Andrè sono al centro di Come una specie di Sorriso – Omaggio a Fabrizio De Andrè, che vedrà in scena Neri Marcorè e lo GnuQuartet (Arena Spettacoli UnipolSai D3, lunedì 21 agosto, ore 21.45). La stessa sera è la figura (umana e artistica) di Enzo Jannacci a svelarsi in Le scarpe del Tennis, piece teatral-musicale di e con Guido Mezzera che rende vivi e incontrabili alcuni dei personaggi che emergono dalle canzoni del cantautore milanese (Teatro Novelli, lunedì 21 agosto, ore 21.30).
Termina questo trittico dedicato alla musica d’autore Canzone per te, con Benedetto Chieffo (Arena Spettacoli UnipolSai D3, martedì 22 agosto, ore 21,45): una serata-concerto dedicata alle canzoni di Claudio Chieffo, a dieci anni dalla scomparsa (19 agosto 2007) del cantautore forlivese, autore e interprete capace come pochi altri di narrare il mistero umano e religioso dell’uomo contemporaneo. L’ultimo appuntamento in programma nel cartellone degli spettacoli del Meeting vedrà una proposta di musica classica contemporanea: sarà infatti la prima esecuzione pubblica di “Un sussulto al cuore” (Arena Spettacoli UnipolSai D3, giovedì 24 agosto, ore 21,45), del maestro Emmanuele Lo Russo, una composizione sinfonica che narra l’impatto personale e artistico delle novità che travolgono l’esistenza dell’uomo quando sono in grado di illuminare lo sguardo e la vita.

Come sempre il cartellone “serale” del Meeting sarà poi arricchito da una serie di ascolti e incontri, che vedranno protagonisti alcuni dei Cd della Collana Discografica Spirto Gentil (Deutsche Grammophon-Universal Music). Inoltre ogni sera ci sarà ritmo e rock’n’roll allo spazio gratuito dei concerti delle Piscine, che saranno anche la location della grande festa, dove è prevista musica trascinante sino alla mezzanotte.

Le mostre

IL PASSAGGIO DI ENEA. Artisti di oggi a tu per tu con il passato
La mostra presenta opere di artisti che documentano il complesso rapporto con la tradizione culturale e figurativa che li ha preceduti. A fare da “padrino” ai protagonisti in mostra è Andy Warhol, uno dei più grandi artisti del Novecento, che apre il percorso con un’opera dedicata all’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci, “riguadagnata” in chiave Pop.
LA TERRA PIÙ AMATA DA DIO. La Custodia di Terra Santa
Ottocento anni fa, nel 1217, San Francesco decise di mandare i suoi frati in tutte le nazioni. Per Francesco la perla di tutte le missioni è ovviamente la terra di Gesù, dove il grande amore di Dio si è fatto carne, ha vissuto, predicato, risanato e redento tutta la creazione. Da quel momento in poi, I frati francescani hanno custodito, onorato con la preghiera e con lo studio i luoghi che Gesù ha abitato, conosciuto ed amato. In più si sono presi cura degli uomini di questa terra, pietre vive che testimoniano ancora la novità di Cristo in una terra spesso divisa dal conflitto.
NUOVE GENERAZIONI. I volti giovani dell’Italia multietnica
Se facciamo la somma dei minori stranieri nati da genitori immigrati o arrivati qui da piccoli, di quelli che hanno acquisito la cittadinanza italiana e dei figli di coppie miste, superiamo il milione e mezzo di persone. Sono le “nuove generazioni”: la mostra propone una galleria di personaggi che operano nel mondo del lavoro, delle professioni, dello sport, della musica, dell’arte. Tutti fanno i conti con le tradizioni delle famiglie e delle terre di cui sono originari, e nello stesso tempo si misurano con la cultura, i valori, gli stili di vita di quello che sentono come il “loro” Paese.
OGNUNO AL SUO LAVORO – Domande al mondo che cambia
Il lavoro è il principale aspetto attraverso cui ciascuno di noi si rapporta alla realtà, impegna la maggior parte del proprio tempo, è ciò per cui si spendono anni di studio. Il mondo del lavoro negli ultimi decenni ha subito fortissimi cambiamenti, dettati innanzitutto dall’innovazione tecnologica, dalla globalizzazione e (nell’ultimo decennio) dalla pressione della crisi economica. Come stiamo riconquistando il lavoro nella vita di oggi? Al centro di questa riconquista, di cui la mostra vuole dare documentazione, è il soggetto che di fronte a tante domande e esigenze si muove in cerca di una risposta.
PERCHÉ TUTTO POSSA ESISTERE. La creatività delle generazioni, la crescita delle imprese
La mostra ha come tema principale l’esperienza di uomini e donne impegnati a fecondare la quotidianità grazie al loro lavoro, usando la loro creatività per generare nuove iniziative e per far crescere le persone e le imprese. La mostra intende inoltre provocare il visitatore sul rapporto tra figli e genitori riguardo al mondo del lavoro.
RUSSIA 1917. IL SOGNO INFRANTO DI “UN MONDO MAI VISTO”
Il centenario della Rivoluzione d’ottobre ci chiama a riconsiderare l’origine, il senso e il permanere oggi di un avvenimento davvero epocale. Il percorso della mostra si svilupperà attraverso la ricostruzione storica di questo evento epocale con immagini, video e citazioni.
YOU ARE THE SALT OF THE EARTH. VOI SIETE IL SALE DELLA TERRA. All’origine della fecondità
La mostra nasce dall’incontro con l’esperienza di un gruppo di imprenditori calabresi che ha preso in gestione un fondo agricolo, semidistrutto e impoverito dallo sfruttamento di chi lo conduceva prima, senza esserne proprietari. Investono tempo, soldi ed energie su una proprietà che non è di loro proprietà e che dovranno riconsegnare. Non sono proprietari di nulla, ma sono proprietari di tutto. Dalla loro esperienza sorgono delle domande a cui nella mostra tenteranno di rispondere. Possono degli imprenditori essere liberi da ciò che hanno costruito?

Oltre alle mostre principali, sono ben 11 le Esperienze e Percorsi, percorsi espositivi che raccontano storie, esperienze e testimonianze di uomini che vivono con il desiderio di costruire ed affrontare le sfide di oggi:

A TUTTI PARLO DI TE. In viaggio con Claudio Chieffo

A 10 anni dalla sua morte, uno spazio musicale con video inediti, testimonianze e parole in cui entrare per riscoprire e incontrare Claudio Chieffo.

UNA STORIA SEMPLICE. Don Ivo Silingardi e le cooperative sociali Nazareno

Don Ivo Silingardi è all’origine dell’Istituto Nazareno, nato negli anni ‘50 per i giovani di Carpi (MO) che dovevano ricostruire il tessuto sociale e civile sconquassato dalla guerra. Incarcerato per il suo aiuto ai partigiani scampò miracolosamente alla fucilazione e fu liberato nell’aprile 1945.

STORIA DI 30 ANNI DI AMICIZIA, 1987-2017

Nel giugno del 1987 don Luigi Giussani ha accettato l’invito da parte di Wakako Saito a partecipare alla “settimana italiana” organizzata dal Centro Culturale Internazionale di Nagoya-Giappone. In quella occasione è avvenuto al Monte Koya, luogo sacro, l’incontro tra don Luigi Giussani e Shodo Habukawa. Un racconto attraverso una gallery di foto e video che narrano la storia di questa lunga amicizia, con un video con immagini esclusive di un Giussani inedito realizzato dalla Radiotelevisione Svizzera e gentilmente concesso al Meeting.

QUANDO IL LIMITE DIVENTA ORIZZONTE Storie, uomini, terre di Sicilia e Rossa Sera

In una video mostra, si racconterà di un prete che ha costruito una banca per i contadini, di un medico che ha inventato nel 1867 la prima colletta alimentare, di un educatore che ha costruito con contadini e pescatori una diga per avere l’acqua e combattere mafia e povertà. Da queste eredità nasce Rossa Sera.

UNA CHIESA CHE ESCE. Per conoscere e vivere Evangelii Gaudium di Papa Francesco

L’Evangelii Gaudium è il primo documento scritto da Papa Francesco il 24 novembre 2013. Sviluppa il tema dell’annuncio del Vangelo nel mondo attuale. È il testo programmatico di tutto il suo pontificato. La Casa Editrice Missionaria Italiana ci introduce alla conoscenza, comprensione ed immedesimazione con questo testo attraverso una raccolta di immagini e testi significativi.

GLI AVORI DI SALERNO IN LUCE

Un semplice itinerario attraverso il meraviglioso ciclo di tavolette di avorio custodito nel Museo Diocesano di Salerno, realizzato da studenti di scuole secondarie di primo e di secondo grado. Al Meeting il racconto di un’esperienza di amicizia nata dal lavoro su queste opere d’arte.

UNIONE EUROPEA, STORIA DI UN’AMICIZIA Adenauer, De Gasperi, Schuman

La mostra nasce dal desiderio di alcuni giovani studenti universitari di capire come sia stato possibile che – dopo due guerre mondiali che lacerarono il continente europeo – abbia preso piede in tempi alquanto rapidi un’idea così impensabile e improbabile come l’Europa unita.

Tre, infine, le mostre sono dedicate ai più piccole e saranno allestite all’interno del Villaggio Ragazzi: Presepe… che meraviglia, mostra spettacolo sulla nascita del presepe a opera di San Francesco; Con gli occhi di Marcellino, mostra sulla famosa pellicola cinematografica del regista ungherese Ladislao Vajda , tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore spagnolo José Maria Sánchez Silva; Io Pinocchio, mostra che ripercorre la storia del famoso burattino permettendo, al bambino che la guarda, di scoprire il significato di essere figlio.

Andrea Polazzi

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454