Indietro
menu
per l'Italia e non solo

FlixBus consolida l’offerta su Rimini e la Riviera. Più collegamenti con le grandi città

In foto: Flixbus
Flixbus
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 10 lug 2024 11:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con l’estate, FlixBus torna a offrirsi come soluzione di viaggio per Rimini e la Riviera romagnola. Oltre a Rimini, in Riviera FlixBus raggiunge Riccione, Misano Adriatico, Cattolica e Igea Marina, garantendo collegamenti diretti con vari centri della sua rete internazionale, anche in orario notturno.

A Rimini gli autobus FlixBus fermano in cinque fermate: una presso il Centro Studi di Via Fada e quattro lungo il litorale, in Piazzale Gondar e presso le località Marebello, Rivazzurra e Miramare. Rimini sarà così collegata per tutta l’estate con oltre 80 città in Italia e all’estero.

A livello nazionale, Rimini potrà beneficiare di nuovi arrivi da grandi città italiane come Milano, dove la frequenza delle corse sale da 10 a 24 alla settimana, Roma, con un aumento da 5 a 13 corse settimanali, o Ancona, dove le corse aumentano da 27 a 50 alla settimana. Aumentano la frequenza settimanale anche sui collegamenti con città come Venezia, Verona, Padova, Pescara, Napoli e Salerno.

Per le rotte internazionali di FlixBus in Italia: fra i grandi centri oltreconfine, Lugano e Zurigo sono collegate fino a sette volte alla settimana, mentre Monaco di Baviera, Francoforte e Stoccarda fino a cinque.

Vengono ampliati i collegamenti anche col resto della provincia: ad esempio, verso Riccione e Cattolica arriveranno fino a 14 corse a settimana da Milano e fino a sette da città come Roma, Venezia, Verona, Padova, Napoli e Salerno. Igea Marina sarà raggiungibile sei volte a settimana da Roma e Perugia, mentre Misano Adriatico è collegata fino a 14 volte a settimana con Milano e fino a sette con Verona. Come sempre, sia sulle tratte transfrontaliere che su molte rotte domestiche saranno attivi anche collegamenti notturni che permetteranno a chi viaggia di ottimizzare i tempi.

Sono circa 300 le città italiane raggiungibili a bordo degli autobus verdi. Di queste, circa il 40% sono comuni con meno di 20.000 abitanti: garantendo collegamenti anche con diversi centri minori. I biglietti sono acquistabili tramite tutti i canali della società: dal sito, dall’app FlixBus gratuita e presso i rivenditori fisici in tutta Italia.

Flixbus sottolinea anche l’attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale. Se si considerano i fattori di emissione in Europa, un’auto personale produce in media 166 grammi di CO2 per passeggero per km, mentre un autobus FlixBus si contraddistingue per un fattore di emissione medio di soli 27,8 grammi di COper passeggero per km, più di 5 volte inferiore. Nel 2023, chi ha preferito FlixBus e FlixTrain ad altre soluzioni negli oltre 40 Paesi dove opera la società, ha permesso di risparmiare oltre 1 milione di tonnellate di CO2, di cui ben 152.000 solo in Italia.

«Crediamo che un’offerta di mobilità collettiva efficiente e capillare possa coniugare al meglio l’esigenza di sostenibilità con quella di economicità, oltre a contribuire a creare opportunità per lo sviluppo turistico del territorio», ha affermato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia. «Anche per questa estate, oltre ad aumentare la frequenza dei collegamenti sulle rotte nazionali più note e battute, abbiamo voluto valorizzare località meno conosciute del nostro bellissimo Paese. La varietà del nostro patrimonio è una ricchezza inestimabile, e riteniamo fondamentale facilitare l’accesso anche a centri meno frequentati. In questo modo possiamo contribuire a mettere in luce le particolarità del territorio incentivando forme di viaggio rispettose dell’ambiente, con la possibilità di generare un indotto per le economie locali e incoraggiare un approccio alla scoperta dei luoghi di cui possano beneficiare anche le comunità di destinazione», ha aggiunto Incondi.