Indietro
menu
Ancora nessun ristoro

Alluvione e turismo. Corsini: che fine hanno fatto i 10milioni stanziati

In foto: Andrea Corsini, assessore a mobilita e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio
Andrea Corsini, assessore a mobilita e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 23 set 2023 12:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Che fine hanno fatto i 10 milioni stanziati per le imprese turistiche della Romagna dalla ministra Santanchè e inseriti nel Decreto Alluvione del primo giugno?” A chiederlo è l’assessore al turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini spiegando che al momento non è arrivato alcun ristoro agli operatori del comparto danneggiati, direttamente o indirettamente, dal maltempo dello scorso maggio. “Ci tengo a sottolineare bene un’altra cosa– continua Corsini-. Oltre ai danni diretti dell’alluvione e nonostante le perdite economiche di una stagione partita in salita con disdette e cali di prenotazioni, i nostri operatori turistici sono riusciti a recuperare arrivi e presenze, chiudendo i primi sei mesi del 2023 con un + 9,2% per quanto riguarda gli arrivi e +4,3% per i pernottamenti, secondo i dati Istat. Dimostrando ancora una volta la capacità di rimboccarsi le maniche e rialzarsi, che è propria delle persone di questa terra”. “Ricordiamoci però– chiude Corsini- che dietro al sacrificio delle imprese turistiche, ci sono le storie e gli sforzi di intere famiglie che non si possono lasciare sole e c’è un’economia importante per l’intera Emilia-Romagna che va sostenuta”. I fondi dovrebbero servire a risarcire alberghi, campeggi, strutture ricettive dedicate all’ospitalità, stabilimenti balneari e termali, parchi tematici e di divertimento, porti turistici, settore fieristico, bar, ristoranti e agriturismi.