Indietro
menu
dopo la stamperia Marchi

Lo storico negozio di Gastone Paganelli a Santarcangelo è Bottega Storica

In foto: la consegna del riconoscimento
la consegna del riconoscimento
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 24 giu 2023 14:13 ~ ultimo agg. 14:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Si è svolta questa mattina, sabato 24 giugno, la consegna della targa di Bottega storica dell’Emilia-Romagna al negozio “La tua casa shabby” di Gastone Paganelli, in via Matteotti 17. La targa che certifica l’ingresso dell’attività nell’albo regionale è stata consegnata al titolare dalla sindaca Alice Parma e dall’assessora alle Attività economiche, Angela Garattoni.
L’attività – seconda bottega storica di Santarcangelo dopo l’antica stamperia Marchi – nasce nel 1957, in pieno “boom economico”, quando nelle case entrarono i primi fornelli alimentati a gas in sostituzione di stufe a legna e camini, oltre a frigoriferi e macchine per cucire. La successiva diffusione di un più alto livello di benessere portò ristrutturazioni e rinnovamento degli impianti, inducendo l’attività a proporre anche accessori, lampadari e applique per abbellire e personalizzare la casa. Negli anni di espansione delle categorie merceologiche, in vendita presso il negozio era possibile trovare anche dischi, mangianastri e giradischi.
La licenza di Gastone Paganelli è la numero 739, rilasciata dal Comune di Santarcangelo il 9 maggio 1957 a Delmo Casadei, nonno dell’attuale titolare. Affacciato su piazza Rino Molari, a pochi passi dal Combarbio, il negozio presenta tuttora diverse testimonianze dell’epoca: le vetrine sono infatti abbellite dal cornicione originale, mentre all’interno si conserva la pavimentazione antecedente il 1957.
“L’albo delle Botteghe storiche è un progetto che, oltre a valorizzare le attività commerciali della nostra città, consente di raccontare la storia di Santarcangelo da un punto di vista nuovo, quello dell’economia e del suo sviluppo nel tempo” dichiarano la sindaca Parma e l’assessora Garattoni. “Mentre la famiglia Paganelli portava avanti la gestione nel corso dei decenni e il negozio manteneva inalterate le testimonianze dell’epoca, infatti, l’evoluzione delle categorie merceologiche rispecchiava i cambiamenti della società, santarcangiolese e globale”. “L’albo delle Botteghe storiche si arricchirà presto di nuove attività – concludono sindaca e assessora – anche grazie alla collaborazione con le associazioni di categoria, che ringraziamo per l’impegno di sensibilizzazione nei confronti delle imprese su questa nuova opportunità attivata dall’Amministrazione comunale”.