Indietro
venerdì 19 luglio 2024
menu
Nella Palestra Alighieri

Cerimonia passaggio di grado per la Scuola Judo Rimini

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 1 giu 2023 13:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Scuola Judo conclude i corsi di judo per fanciulli, bambini e ragazzi. Il 27 maggio si è svolta nel Dojo (luogo dove si pratica il Judo) della Palestra Alighieri di Rimini, la cerimonia di investitura del nuovo grado di cintura a seguito degli esami sostenuti nei giorni precedenti, dai bambini, fanciulli e ragazzi tesserati presso la Scuola Judo Rimini.

Il Maestro Enrico Nanna, d.t. della Scuola Judo, spiega che le commissioni di esame che egli stesso ha formato sono costituite dagli stessi atleti della scuola Judo che anno
raggiunto almeno il grado di cintura marrone.

“Questo metodo – spiega il Maestro Nannanon solo responsabilizza gli allievi più anziani a prendere sempre più conoscenza del judo praticato, ma stimola la comprensione e la conoscenza delle sue origini, la sua cultura storica, filosofica e didattica che ne caratterizzano questo metodo educativo sportivo. Pertanto è anche un modo di mettersi in discussione davanti ai propri allievi più anziani, che verificano di fatto il lavoro svolto del loro Maestro sui bambini, fanciulli e ragazzi dei corsi pomeridiani, constatandone la preparazione motoria raggiunta e le competenze acquisite.

Quindi tutti promossi? Anche il Maestro? Certo! Almeno i bambini, per il Maestro bisognerà attendere a settembre quando ripartiranno i corsi; sarà li la conferma di aver lavorato bene. Posso dire con assoluta certezza, che tutti i bambini hanno meritato il traguardo del nuovo grado, anche perché il percorso viene effettuato unitamente alle altre “agenzie” educative, famiglia e scuola innanzi tutto, il cui lavoro e sostegno se fatto sempre in simbiosi con la Scuola Judo permette di far crescere i ragazzi positivamente.

La cerimonia – conclude il Maestro Enrico Nanna – si svolge con il tradizionale cerimoniale giapponese (non praticato da tutti) e con il “battesimo” della spada del samurai per ogni allievo”.