Indietro
menu
come i magi

Nel giorno dell'Epifania messa dei Popoli in Basilica Cattedrale

In foto: i celebranti insieme al vescovo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 6 gen 2023 23:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In tanti nel pomeriggio dell’Epifania hanno partecipato alla messa dei Popoli, presieduta, come da tradizione dal Vescovo in Basilica Cattedrale. I rappresentanti delle comunità di immigrati cattolici presenti in Diocesi hanno sfilato con le loro bandiere e portato, come i magi venuti da lontano, i doni della loro terra. Le letture e le preghiere sono state lette in italiano, ma anche nelle lingue delle diverse etnie presenti.

Per Monsignor Lambiasi, a due giorni dal suo saluto alla diocesi di cui è stato pastore per 15 anni, l’occasione per ribadire nell’omelia il valore dell’accoglienza, fondante della missionarietà della chiesa, e la vicinanza a tanti fratelli nelle fede.

Per salutare il vescovo le comunità migranti gli hanno fatto un regalo. “Abbiamo donato al vescovo un ricordo dei migranti – racconta don Mathieu Malik Faye, direttore pastorale migranti -: un vaso a forma di mani giunte in preghiera e aperte per offrire a Dio il sacrificio per tutti i popoli. Insieme a questo anche due mani in legno, una bianca e una nera per esprimere l’universalità della chiesa. Negli anni del suo episcopato abbiamo sempre sentito la vicinanza di Monsignor Lambiasi alle comunità immigrate e come  abbia accolto e pregato per tutti i popoli presenti nella diocesi“.