Indietro
menu
Eoilico offshore, categorie preoccupate

Divieti di balneazione. A Riccione impegno per superare le criticità

In foto: l'incontro di oggi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 14 gen 2023 18:13 ~ ultimo agg. 18:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Riccione sta già lavorando, già da tempo, sulla questione dei divieti di balneazione, che la scorsa estate hanno creato problemi alla stagione. “Siamo già in contatto con tutti gli attori coinvolti, partendo dalla Regione e lavoreremo in sinergia con loro per definire le modalità sui controlli. Oltre al problema dei divieti per noi la qualità delle acque ha la precedenza”, ha detto la sindaca Daniela Angelini incontrando le categorie economiche cittadine che hanno messo sul tavolo alcune questioni anche in vista della prossima estate.

Durante il faccia a faccia, Fabrizio Vagnini di Confesercenti ha parlato della questione dell’impianto eolico offshore, ribadendo la preoccupazione delle associazioni di categoria e la loro contrarietà. Dal canto suo la sindaca ha ripetuto che il Comune ha risposto con delle osservazioni al progetto, “ma tutti sappiamo che deciderà il Governo in carica. In qualità di rappresentanti del Comune ci siamo già espressi, ma nessun amministratore locale può decidere se fare o non fare il parco eolico. Nel caso in cui il Governo decida di andare avanti, come ha detto ad Ecomondo il ministro, lotterò per ottenere il meglio per la città partendo dalle osservazioni che abbiamo già presentato”, ha aggiunto.

Il presidente del Consiglio Comunale con delega ai rapporti con le categorie economiche Simone Gobbi ha chiesto ai presenti di condividere le proposte e raccogliere le iniziative da organizzare in vista della stagione. “Entro metà febbraio – ha concluso la sindaca- presenteremo il calendario con gli eventi”.