Indietro
martedì 7 febbraio 2023
menu
Calcio Seconda Categoria

Rimini United, 10 punti in quattro partite: è terzo. E i baby sono certezze

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 dic 2022 10:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con 10 punti nelle ultime quattro partite il Rimini United si è portato al terzo posto della classifica (23 punti) in compagnia del Villa Verucchio che l’11 gennaio recupererà il match contro il Borgo Marina (si gioca anche Athletic Poggio -Alta Valconca). Intanto la squadra di mister Bianchi il 5 gennaio giocherà in amichevole a Morciano (ore 20).

Federico Trivulzio, qual è il bilancio di fine andata?
“La squadra è in crescita costante, con qualche aggiustamento sotto il profilo tattico in fase offensiva siamo diventati più quadrati – Sagliocco prima punta (8 gol), Halilaj trequartista (5 gol e assist), Mezgour esterno (6 gol), il migliore in campo contro il San Patrignano – e anche in difesa dove è stato inserito il portiere Castelgrande siamo meno permeabili – spiega il direttore sportivo del club – . Un altro progresso tangibile è l’approccio mentale alle partite dettato dal migliore affiatamento di squadra. All’inizio abbiamo pagato dazio per trovare l’amalgama tra i giocatori nuovi, over e under e c’è rammarico perché abbiamo perso delle partite per errori individuali, ma a conti fatti la realtà dice che la rosa è stata allestita bene. In un campionato competitivo come mai lo è stato, il Rimini United si sta dimostrando una squadra di assoluto valore”.

La nota più lieta?
“I nostri giovani, il bene più prezioso del club. Si stanno imponendo all’attenzione degli addetti ai lavori per le convincenti prestazioni e per i gol. Nella partita contro il San Patrignano erano cinque gli under in campo dall’inizio: il terzino sinistro 2003 Spano, il difensore centrale 2005 Paganelli, i centrocampisti 2003 Bruma (4 gol) e 2005 Filippi (5 gol), l’esterno d’attacco 2005 Rossi (2 gol). Nessun altro club dà così tanto spazio ai giovani tra l’altro cresciuti nel nostro settore giovanile”.

Obiettivo del girone ritorno?
“Ho fiducia perché giocheremo otto delle delle prossime 13 partite in casa, cioè al Bani di Viserba, un campo in erba di dimensione regolari che esalta le nostre caratteristiche tecniche e lì affronteremo anche il Real Riccione che in quell’impianto gioca ora le partite casalinghe. Siamo a metà del bottino di 46 punti della scorsa stagione: dobbiamo migliorarlo e piazzarci almeno al quinto posto (la capolista Young Santarcangelo è a +8 dopo il recupero vinto 4-1 sul San Patrignano)”.

In che cosa si può fare meglio?
“Dobbiamo fare tesoro degli errori. In fase difensiva pur avendo fatto meglio nelle ultime partite subiamo ancora troppi gol: in totale sono 25 e solo tre squadre hanno fatto peggio di noi. È anche vero che con 33 reti abbiamo il migliore attacco: speriamo continui a segnare. L’importante è vincere, se non subendo meno reti segnandone comunque di più”.

Interverrete ancora sul mercato?
“È vero che abbiamo perso Calp, il difensore argentino che per tre mesi è ritornato a casa, ma per motivi di studio ci ritorna dal Gabicce Gradara l’esterno mancino 2003 di difesa Federico Semprini. Mercato? È con noi anche Francesco Perazzini, centrocampista 2003 dalla Stella. Non penso faremo altri movimenti pur restando vigili nel caso si presenti un’occasione irrinunciabile tra gli svincolati”.