Indietro
mercoledì 25 gennaio 2023
menu
CAMPIONATO SAMMARINESE

Il Tre Penne cade contro la Folgore per chiudere il 2022

In foto: (©FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 17 dic 2022 18:26 ~ ultimo agg. 18:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tre Penne 1-2 Folgore

IL TABELLINO
Tre Penne (4-2-3-1): Migani; Cesarini (18’st Battistini), Lombardi, Barretta, Vandi; Montanari, Gai; Pieri, Dormi,
Ceccaroli; Badalassi
A disposizione: Semprini, Tisselli, Zafferani, Righini, Cibelli, Malagoli
Allenatore: Stefano Ceci

Folgore (4-3-3): Pollini; Francioni (11’st Sartori), Gattei Colonna, Urbinati, E. Golinucci; Montanari, Cangini,
Serafini; Santoni, Di Marzio, Mami (30’st Nucci)
A disposizione: Mignani, Ankotovych, Giardi, Piscaglia, Sottile
Allenatore: Omar Lepri

Arbitro: Ucini
Assistenti: Mineo – Tuttifrutti
4° Ufficiale: Andruccioli

Ammoniti: 35’pt Cesarini (TP), 36’pt E. Golinucci (F), 39’pt Serafini (F), 42’pt Cesarini (TP)

Marcatori: 8’pt Mami, 15’st Di Marzio, 16’st Badalassi

CRONACA E COMMENTO
STADIO ‘F.CRESCENTINI’ (Fiorentino) – Il finale di 2022 per il Tre Penne è amaro complice la seconda sconfitta consecutiva in campionato contro la Folgore.
A Fiorentino le squadre arrivano dall’ottima vittoria in Coppa Titano, ma da due cammini in campionato diametralmente opposti. Più compatto e solido quello del Tre Penne che si affaccia sulle prime posizioni della classifica, zoppicante quello della Folgore che occupa la decima piazza nella griglia.

Il match parte subito forte con Pieri che va sul fondo e mette dentro per Badalassi che colpisce a botta sicura, ma trova la respinta di Pollini. All’8’, in un inizio che aveva visto meglio la formazione di Città, arriva il gol della Folgore con il traversone dalla sinistra raccolto dalla zampata vincente di Mami che batte Migani. L’ex Lorenzo Dormi prova in due occasioni a batte l’estremo difensore avversario, al 24’ una punizione da posizione defilata viene respinta coi pugni, poi la sfera giugno a Barretta che in area tenta la conclusione in porta parata a sua volta. Successivamente, il secondo tentativo arriva al 37’ sempre da calcio piazzato, questa volta Pollini si distende in calcio d’angolo.

La ripresa inizia con un’azione simile a quella del primo tempo tra Pieri e Badalassi, questa il numero 95 è sbilanciato e il suo tiro termina a lato. Nel momento in cui il Tre Penne cerca di rendersi più pericoloso arriva, quasi a sorpresa, il raddoppio della Folgore che sfrutta una situazione da rimessa laterale per mettere il pallone in mezzo che viene anticipato dalla girata di Di Marzio, 120’’ più tardi il Tre Penne si rimette in careggiata sull’asse Dormi-Badalassi, palla del 10 e il 95 scavalca il portiere avversario e dimezza il vantaggio.
I ragazzi di Stefano Ceci premono sull’acceleratore, ma la compagine allenata da Omar Lepri si chiude saggiamente. Al 36’ Vandi crossa e Battistini si ritrova solo a dover mettere in rete, Pollini però compie un autentico miracolo con la mano di richiamo, sulla respinta ci prova anche Pieri che trova il salvataggio sulla linea di Di Marzio.
Polemiche della panchina biancazzurra e dai giocatori di Città per un possibile calcio di rigore non fischiato a Ceccaroli al 41’ dopo essere stato colpito in area di rigore. Nei 5’ di recupero assegnati il Tre Penne non riesce a creare nessuna occasione che possa portarlo vicino al pari e chiude l’anno con una sconfitta.

Ufficio stampa SP Tre Penne