Indietro
menu
la sentenza

Accoltellò senza motivo cinque persone, Duula assolto per vizio totale di mente

In foto: Somane Duula
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 13 dic 2022 17:07 ~ ultimo agg. 14 dic 10:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La sera dell’11 settembre 2021 seminò il panico tra Miramare e Bellariva ferendo con un coltello, senza motivo, prima due controllori della linea 11, poi, durante la fuga a piedi, tre passanti tra cui il piccolo Tamim, il bimbo di 6 anni attinto quasi mortalmente alla gola e salvato grazie alla bravura dei medici dell’ospedale Bufalini di Cesena. Ad arrestare Somane Duula, profugo somalo di 27 anni, fu la polizia di Stato al termine di una caccia all’uomo serratissima.

Nella tarda mattinata di oggi, all’interno del palazzo di giustizia di Rimini, l’imputato (difeso dall’avvocatessa Maria Rivieccio) è stato processato con rito abbreviato per tentato triplice omicidio. Il gip Raffaella Ceccarelli, sulla base delle perizie psichiatriche, ha assolto Duula per vizio totale di mente al momento del fatto, disponendo nei suoi confronti il ricovero al Rems (la residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza) per 8 anni. Un lasso temporale lungo che potrebbe variare in base alla sua pericolosità sociale, che al momento resta elevata e che dovrà essere riscontrata periodicamente dai medici.

Il 27enne somalo, affetto da schizofrenia paranoide dettata anche da allucinazioni uditive, al termine dell’udienza è stato condotto nuovamente all’interno del Rems di Reggio Emilia, dov’è rinchiuso da circa un anno su richiesta del pubblico ministero Davide Ercolani, titolare dell’indagine.

Meteo Rimini
booked.net