Indietro
giovedì 1 dicembre 2022
menu
1.000 euro al Rimini F.C.

Tre giornate di squalifica (in Coppa Italia) per Sereni, ma era fallo?

In foto: L'arbitro Vergaro di Bari mostra il cartellino rosso a Sereni
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 18 nov 2022 20:27 ~ ultimo agg. 19 nov 17:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al danno si aggiunge la beffa. L’attaccante del Rimini Marcello Sereni, espulso mercoledì al 24′ della ripresa dell’incontro di Coppa Italia con il L.R. Vicenza, è stato squalificato per tre giornate “per avere, al 24° minuto del secondo tempo, tenuto una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario in quanto, con il pallone aereo a distanza di gioco, allargava volontariamente il braccio colpendo con forza il viso dell’avversario procurandogli forte dolore e fuoriuscita di sangue dal naso. Misura della sanzione in applicazione dell’art 38 C.G.S., valutate le modalità complessive della condotta e considerata la delicatezza della parte del corpo dell’avversario attinta dal colpo”.

Le immagini in realtà mostrano un testa contro testa, con il gomito del giocatore del Rimini che si trova sotto il braccio dell’avversario. Un altro elemento che cattura l’attenzione è l’assenza di segnalazioni da parte dell’assistente, meglio posizionato rispetto all’arbitro per vedere l’eventuale azione irregolare del numero 24 del Rimini. Il direttore di gara, Giorgio Vergaro di Bari, estrae prima il giallo e poi il rosso, ma probabilmente il primo cartellino lo estrae per errore, pensando fosse il rosso perché riposto nella tasca sinistra. Altrimenti non si giustifica il cambio di colore del cartellino.

Un turno di stop per il vicentino Thomas Sandon: “per avere, al 20° minuto del secondo tempo, tenuto una condotta gravemente antisportiva toccando volontariamente il pallone con le mani e impedendo un’evidente opportunità di segnare una rete”, e per il difensore biancorosso Tommaso Panelli, espulso per doppia ammonizione.

Ammenda di 2.000 al L.R. Vicenza: “A) per avere tre persone non autorizzate, ma riferibili alla Società, fatto accesso nel recinto di gioco durante tutto il secondo tempo, i tempi supplementari e i calci di rigore, una delle quali portandosi anche nei pressi della bandierina e della panchina principale e di quella aggiuntiva della Squadra ospitata;
B) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’aver lanciato, all’interno del recinto di gioco otto bicchieri di plastica contenenti birra senza colpire alcuno. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 4, 6, 13, comma 2, 25 e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti, rilevato che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta e che non si sono verificate conseguenze dannose (r. proc. fed.)”.

E ammenda di 1.000 euro per il Rimini F.C.: “per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’aver fatto esplodere al 30° ed al 33° minuto circa della gara, nel Settore loro riservato, due petardi senza provocare conseguenze. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25 e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e rilevato che non si sono verificate conseguenze dannose (r. proc. fed.)”.

Meteo Rimini
booked.net
]