Indietro
menu
la riunione della Consulta

L'anno della piscina. A Rimini investimenti per 21 milioni sugli impianti sportivi

In foto: la riunione della Consulta
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 nov 2022 08:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Stadio e nuova piscina comunale, ma non solo. La Consulta dello sport del Comune di Rimini si è riunita giovedì per fare il punto sull’attività sportiva in città dopo la pandemia, che registra un numero crescente di praticanti rispetto alla scorsa stagione. Intanto proseguono gli investimenti sulle strutture di quartiere e sui poli principali, consapevoli della difficile fase economica internazionale, tra caro bollette e inflazione. Nella stagione 2022-23 il rapporto tra il numero di atleti e l’utilizzo degli impianti è stimato in aumento di oltre il 36%, avvicinandosi ai livelli del 2019, con discipline più gettonate calcio e nuoto. Sul territorio sono 80 gli impianti di cui 73 gestiti direttamente dal Comune con un investimento di oltre quattro milioni di euro, coperto per oltre l’88% dalle risorse del Comune e per poco meno del 12% dalle tariffe, circa 486.000 euro, che rimangono invariate. Il 2023 vedrà la posa della prima pietra del nuova piscina comunale, una struttura polifunzionale e all’avanguardia che nascerà a Viserba, nell’area del parco don Tonino Guerra. Il progetto, dal valore complessivo di circa 10 milioni di euro, si è aggiudicato un contributo Pnrr da 2,1 milioni. I lavori verranno aggiudicati entro marzo del prossimo anno, con avvio entro la primavera. Per l’anno prossimo gli investimenti complessivi ammontano a quasi 21,5 milioni di euro, di cui circa 18 dal Pnrr: oltre alla piscina, sono in programma tra gli altri la riqualificazione del Rds Stadium e il completamento della Cittadella dello sport all’ex area Ghigi.

Nell’elenco c’è anche il nuovo campo da calcio a 11 in erba naturale a Corpolò e l’intervento di copertura del settore distinti del Romeo Neri. Sul fronte outdoor, i tre playground al parco John Lennon di Viserba, alla palestra di Corpolò e alla scuola Di Duccio, mentre sono otto le zone fitness già realizzate al Parco del mare e sette quelle in programma. Palazzo Garampi punta a promuovere la diffusione della pratica sportiva anche attraverso due progetti di Borsa di sport finanziati in proprio per 40.000 euro e dalla Regione per 13.000. “Si investe sul futuro”, commenta l’assessore allo Sport, Moreno Maresi: la nuova piscina è “il cuore di un piano di investimenti sull’impiantistica outdoor e indoor che interessa l’intero territorio e che rappresenta il vero veicolo per incentivare la pratica sportiva e dunque far crescere il movimento”. Investire sulle strutture, aggiunge, è anche un modo per sostenere le società sportive e le famiglie “in questo momento complicato, affinché lo sport resti un caposaldo dello sviluppo della comunità“. Il 2023 sarà anche l’anno in cui si consoliderà la presenza dei grandi eventi, “aspetto questo- conclude- su cui stiamo continuando a lavorare con l’obiettivo di capitalizzare l’attrattività e le capacità organizzative e logistiche che ci sono riconosciute”.

Meteo Rimini
booked.net
]