Indietro
menu
'grancassa per teorie infondate'

Consiglio sul personale sanitario. La maggioranza conferma: non parteciperemo

In foto: Matteo Petrucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 nov 2022 12:09 ~ ultimo agg. 12:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Come nelle attese, la maggioranza consiliare a Rimini annuncia che non parteciperà neanche alla seduta di oggi pomeriggio sul tema della sanità riminese e sul personale sanitario richiesta in particolare dal 3V con il sostegno della minoranza. Una passerella per chi non si è voluto vaccinare e grancassa per teorie che non hanno niente di scientifico con l’accondiscendenza del resto dell’opposizione, spiegano i capigruppo di maggioranza in una nota congiunta.

“È quasi un segno del destino. A poche ore dall’annuncio di un’azione legale contro le folli minacce dei no vax da parte di Liliana Segre, i gruppi consigliari di maggioranza del Comune di Rimini confermano la scelta consapevole e responsabile: non partecipare cioè all’odierna seduta di Consiglio Comunale richiesta dalle minoranze, in cui tutta la parola ed il palcoscenico vengono lasciati al personale sanitario che nel bel mezzo della pandemia, scegliendo di non vaccinarsi, è incorso nella sospensione lavorativa per violazione della legge posta a tutela della salute pubblica.

Non sarà certo il Comune di Rimini nelle sue sedi istituzionali a fare da grancassa a teorie prive di fondamento scientifico, in violazione delle leggi. Teorie che dall’inizio della pandemia sono state promosse soprattutto attraverso i canali social con un’arroganza ed una violenza che, se non ha colpito con la stessa intensità di Liliana Segre (costretta a 92 anni a vivere sotto scorta), non ha risparmiato neanche noi consiglieri del Comune di Rimini, a mettere in fila i commenti social delle ultime settimane.
E se da una parte non stupiscono le posizioni del Consigliere 3V Matteo Angelini, quello che continua a stupire è l’accondiscendenza del resto della minoranza, nei fatti mosca cocchiera delle teorie sposate da coloro che non si sono vaccinati per ragioni ideologiche e non per oggettive condizioni mediche personali.

Lasciamo perdere la questione di tali sedute tematiche reiterate, palesemente improponibili e fuori da ogni logica di buon senso e dunque anche per questo giustamente disertate dalle rappresentanze istituzionali. Da considerare quindi un altro aspetto: il continuo spreco di denari pubblici. Infatti c’è anche la questione degli oltre mille euro da erogare ai Consiglieri di minoranza che con un minuto scarso di presenza per l’appello iniziale, portano a casa il gettone pieno. Come vediamo in ballo ci sono temi scientifici, morali e politici. Questa Maggioranza oggi, con un atto di responsabilità, non presenzierà in Consiglio Comunale: perché si fida della scienza e della comprovata efficacia dei vaccini; perché in tempi di vacche magrissime non erode le finanze del Comune per consigli tematici utili solo a diffondere le teorie care al Movimento 3V”.

I Capigruppo di maggioranza
Matteo Petrucci
Andrea Bellucci
Marco Tonti
Luca Pasini