Indietro
mercoledì 8 febbraio 2023
menu
Eyof2023 FVG

A San Marino l'emozionante passaggio della Fiamma della Pace 2023

In foto: San Marino accensione fiaccola XVI Festival Olimpico Invernale della Gioventù EuropeaPh©FPF/Filippo Pruccoli
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 6 nov 2022 12:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

È arrivato forte e chiaro il messaggio di pace e armonia attraverso lo sport che la torcia di EYOF2023 Friuli Venezia Giulia ha portato ieri a San Marino. La Repubblica del Titano ha rappresentato la prima tappa, per la Fiamma della Pace, nel viaggio lungo la penisola che terminerà a Trieste, dove il prossimo 21 gennaio si svolgerà la cerimonia d’apertura della sedicesima edizione invernale del Festival Olimpico della Gioventù Europea.

Accolta dal capo missione sammarinese William Zanna e dal tecnico Riccardo Stacchini, la torcia ha viaggiato in funivia fino al centro storico di San Marino. In piazza della Libertà il segretario generale del CONS Eros Bologna e il direttore generale del comitato organizzatore EYOF2023 FVG Giorgio Kaidisch hanno passato il testimone a Mattia Beccari, atleta che rappresenterà San Marino al Festival Olimpico della Gioventù Europea e a Vincenzo Michelotti, atleta olimpico di Sochi 2014 e rappresentante degli atleti sammarinesi. Sono stati loro ad accompagnare la Fiamma nella suggestiva cornice della Prima Torre, dove è stata accolta dal presidente della Federazione Sammarinese Sport Invernali Gian Luca Gatti e dal presidente del comitato organizzatore Maurizio Dunnhofer. Nell’ultima frazione del suo viaggio sammarinese, la torcia è stata portata da Alessandro Mariotti, portacolori biancazzurro alle Olimpiadi di PyeongChang 2018, e da Matteo Gatti. È stato l’atleta che ha gareggiato a Pechino 2022 ad accendere, in Piazzale Lo Stradone, il braciere posizionato davanti al truck “Io sono Friuli Venezia Giulia”.

“È un onore accogliere a San Marino la fiamma che è simbolo olimpico di pace dopo 16 anni dal passaggio per le Olimpiadi di Torino 2006 – ha spiegato il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese, Gian Primo Giardi -. In un periodo caratterizzato da divisioni e conflitti, il messaggio che questa torcia veicola è ancor più importante. Grazie per la vostra presenza”.

Maurizio Dunnhofer, presidente del comitato organizzatore, ha sottolineato come EYOF2023 FVG incarni al meglio il messaggio di collaborazione ed unità. “Solitamente è una sola città ad ospitare questo festival – ha spiegato –, ma nel nostro caso ad essere coinvolta è un’intera regione, una regione che è simbolo di incontro di culture e di popoli”.

“Lo sport è un elemento fondamentale per una comunità come la nostra, anche attraverso lo sport esprimiamo i nostri valori – il messaggio del Segretario di Stato allo Sport Teodoro Lonfernini -.  Alla nostra delegazione che a gennaio ci rappresenterà agli Eyof del Friuli Venezia Giulia faccio i miei migliori auguri. Grazie al comitato organizzatore per aver scelto come tappa del viaggio della fiaccola la nostra Repubblica”. 

Grande partecipazione, in piazzale Lo Stradone, per l’arrivo della Fiamma e grande accoglienza, soprattutto da parte dei più piccoli, per la marmotta Kugy, mascotte del Festival.

Eyof2023 FVG si preannuncia come l’edizione dei record: 2.300 partecipanti, di cui 1.300 atleti dai 14 ai 18 anni, 12 poli sciistici ospitanti 14 eventi sportivi per oltre 100 competizioni in calendario, 1.300 volontari, 80 strutture ricettive regionali coinvolte nell’ospitalità. Un evento internazionale multisport che per la prima volta in assoluto vedrà il debutto di Sci alpinismo, Free Style Skiing (Slopestyle & Big Air) e Ski Cross.