Indietro
venerdì 9 dicembre 2022
menu
Coppa Prima Categoria

Riccione F.C. 1926 vittoriosa grazie ad un goal di N'Dao

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 6 ott 2022 16:42 ~ ultimo agg. 19:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RICCIONE-MORCIANO 1-0

IL TABELLINO
Riccione F.C. 1926: Masini, Fabbri dal 69′ Alberelli, Borgognoni dal 46′ Imola, Magrotti, Ioli, Bencivenga, N’Dao dall’86’ Capriotti, Cugnigni dal 78′ Brisigotti, Amati B., Klyvchuk, Dragoni dal 70′ Fantini. A disposizione: Amati A., Mansolillo, Gueye, Ingrosso. Allenatore: Denis Iencinella.

Morciano Calcio: Di Renzo, Garetti dal 55′ Lazzari, Cisternino, Tonelli, Palmerini, Iannucci, Serafini dal 64′ Grimaldi, Lenti dal 59′ Ricci, Sollaku, Casciola dal 69′ Pangrazi, Longoni dal 76′ Greco. A disposizione: Alessandrini, Antonietti, Diotalevi, Lavanna. Allenatore: Antonio Rubino.

Arbitro: Sig. Giuseppe Capaccio di Rimini.

Marcatore: N’Dao al 65′.

Ammoniti: Borgognoni (R), Tonelli (M).

CRONACA E COMMENTO
Il Riccione vola agli ottavi di finale di Coppa Italia. All’Arena dei Cavalieri, il Riccione F.C. ospita il Morciano Calcio. Nell’aria si respira l’atmosfera dolce che solo le partite di coppa possono regalare. Siamo solo ai sedicesimi e gli allenatori giocano a rimpiattino e mescolano le carte, ma gli undici schierati prendono la gara sul serio e danno vita ad una gara intensa piena di spunti tecnici gradevoli.

Primo tempo che scorre veloce con belle giocate da una parte e dall’altra ma la più nitida occasione da rete è del Morciano con Casciola che da centro area batte a botta sicura senza fare i conti con Super Masini che intercetta e salva la propria porta.

La ripresa è molto più ricca di emozioni e addirittura l’intensità cresce. Al 7′ il primo episodio che cambia le sorti dell’incontro: Imola a ritroso su Bencivenga, appoggio su Masini che a sua volta allarga per Ioli ma quest’ultimo, nell’occasione poco reattivo, viene anticipato da Serafini, due passi traversone teso che sembra infilarsi in rete ma Casciola in scivolata tocca la sfera e spedisce a lato. Incredibile all’Arena.

La gara si accende ancor di più e dalle panchine arrivano le prime sostituzioni e i due allenatori giocano a scacchi. Mr. Rubino inserisce Lazzari, Ricci, Pangrazi e Grimaldi; Mr. Iencinella risponde con Imola, Alberelli e Fantini.

N’Dao rompe gli indugi e stanco di tutto quel via vai di gente, decide di risolvere l’incontro a modo suo dando vita al secondo episodio che risulterà decisivo per le sorti della partita. N’Dao il Meravigliao si fa vedere sul vertice alto destro dell’area di rigore, riceve palla salta un paio di avversari e dal limite lascia partire un missile a fil di prato, Di Renzo si allunga ma non tocca la sfera che incoccia sul palo, il pallone batte sulla schiena dell’estremo difensore ospite ed è goal!

Siamo al 65′ e la sfida si accende ancor di più. Rubino gioca la carta Greco e Iencinella risponde con Brisigotti e Capriotti. Forcing del Morciano in cerca del pari e Riccione che risponde in contropiede ed ha due nitidissime occasioni per chiudere l’incontro ma prima Amati al 73′ poi N’Dao al 74′ soli davanti a Di Renzo mancano il raddoppio sparando addosso al portiere del Morciano.

La difesa di casa regge l’urto capitanata da un maiuscolo Bencivenga, Masini è una furia su tutti i palloni alti, Ioli con precisione ed ardore tampona ogni piccola falla.

Dopo 5 minuti di recupero il Sig. Capaccio di Rimini (arbitraggio all’inglese) dice che può bastare ed il Riccione passa il turno di coppa volando agli ottavi di finale grazie al goal-no-goal di Bibo N’Dao Meravigliao.

Domenica di nuovo a Morciano per la quinta di campionato.

Giorgio Veschi
Addetto stampa Riccione F.C. 1926

]