Indietro
giovedì 26 gennaio 2023
menu
Coppa Titano

Quattro gol e passaggio del turno: Pennarossa-Tre Penne 1-4

In foto: Imre Badalassi (©FSGC)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 20 ott 2022 11:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ritorno ottavi di finale di Coppa Titano 2022/2023
Pennarossa-Tre Penne 1-4

IL TABELLINO
Pennarossa (5-3-2): Gueye; Satalino; Tomassini, Arrigoni, Mezzadri (6’ st Michelotti), Daniele Conti (20’ pt Mantovani); Zago, Ahmetovic, Alessandro Conti (6’ st Berretti); Cecchetti (21’ st Giordano), Stefanelli (21’ st
Ottaviani). A disposizione: Benedettini, Righi, Isaraj, Ben Kacem. Allenatore: Andrea Farabegoli.

Tre Penne (4-3-2-1): Migani; Nigretti, Lombardi (37’ st Coppola), Barretta, Vandi; Righini (21’ st Ceccaroli), Battistini, Montanari; Gai (40’ st Malagoli), Dormi (40’ st Cibelli); Pieri (21’ st Badalassi). A disposizione: Semprini, Piotti, Vagnini, Zafferani. Allenatore: Stefano Ceci.

Arbitro: Cenci.
Assistenti: Mineo e Morisco.
4° Ufficiale: Tuttifrutti.

Ammoniti: 21’ pt Montanari (TP), 21’ pt Righini (TP), 21’ pt Pieri (TP), 21’ pt Arrigoni (P), 35’ pt Mezzadri (P), 41’ pt Tomassini (P), 44’ pt Dormi (TP), 30’ st Stelitano (P), 30’ st Stefano Ceci (all. Tre Penne).

Espulso: 28’ st Andrea Farabegoli, all. Pennarossa.

Marcatori: 36’ pt. rig. Righini, 46’ pt e 18’ st Pieri, 33’ st Badalassi, 43’ st Giordano.

CRONACA E COMMENTO
Il ritorno degli ottavi di finale va al Tre Penne, che grazie a questo successo avanza in Coppa Titano e lo fa riscattando anche la prestazione di campionato rifilando quattro gol al Pennarossa.

A Montecchio il Tre Penne si fa subito pericolo nei primi 60” con il lancio di Gai di prima per Pieri, che viene anticipato da Gueye che esce dalla propria area di competenza, l’attaccante di Città prova a superarlo con un tocco sotto ma il pallone finisce sul petto dell’estremo difensore di Chiesanuova e poi in rimessa laterale. Al 14′ Gai protegge palla spalle alla porta, passa la sfera a Dormi che dal limite si sposta la palla sul mancino e lascia partire una conclusione che non si abbassa a sufficienza per creare pericoli a Gueye. La partita si incattivisce al 21′ quando un contatto tra Montanari e Zago porta all’ammonizione del giocatore di Città, ne scaturisce un’accesa rissa in mezzo al campo che coinvolge i giocatori delle due squadre e a farne le spese sono Righini e Pieri, ammoniti, e Arrigoni per il Pennarossa sanzionato con il cartellino giallo, mentre tra i più animati il capitano biancorosso Daniele Conti viene trattenuto a stento dai suoi compagni, di lì a poco il 14 di Chiesanuova si siederà in panchina per far spazio a Mantovani a causa di un problema muscolare. Superati i diverbi prova a farsi vedere anche il ‘Penna’ con il tiro di Alessandro Conti dal limite che viene bloccato in due tempi da Migani. Al 35′ l’episodio che sblocca la partita, Righini da calcio d’angolo mette la palla in mezzo e Barretta viene trattenuto da Mezzadri, per Cenci è rigore. Dagli undici metri Righini manda pallone da una parte e portiere dall’altra, sbloccando il risultato. Il raddoppio arriva nel primo dei tre minuti di recupero concessi: azione manovrata da Ga che porta palla fino al limite, serve Righini in area che vede Pieri vicino a sé e per il numero 9 è un gioco da ragazzi insaccare in rete.

Nella ripresa il Tre Penne avrebbe la grande occasione per portarsi sul 3-0 al quarto d’ora con Gueye che combina un mezzo pasticcio uscendo dalla sua area, Pieri gli prende palla vicino alla linea laterale che delimita il campo e calcia da posizione impossibile a porta vuota mancando il centro. Riccardo Pieri riesce a rifarsi al 18′ quando arriva anche il terzo gol: azione che parte dai piedi di Barretta, che serve Pieri nella propria metà campo, il quale a sua volta vede la sovrapposizione di Nigretti, che viene servito e mette la palla fuori dall’area per Pieri che supera due difensori avversari e trova la doppietta personale. Stefano Ceci cambia un po’ le carte in tavola per il Tre Penne e c’è gioia anche per Imre Badalassi che al 33′ porta il risultato sul 4-0: Dormi calcia dalla distanza, Gueye non impeccabile nella respinta e l’attaccante classe ’95 si avventa sulla sfera e non sbaglia. Prima che la partita finisca c’è spazio anche per il gol della bandiera del Pennarossa, bolide dai 25 metri di Giordano che si spegne alle spalle di Migani. Ai quarti di finale il Tre Penne incontrerà la Juvenes/Dogana, uscita vittoriosa dal doppio scontro contro il Cailungo.

Ufficio stampa SP Tre Penne
Matteo Pascucci