Indietro
menu
I numeri dalla Regione

Per il turismo arriva la frenata d'agosto dopo un buon inizio. Il 2019 ancora lontano

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 18 ott 2022 12:41 ~ ultimo agg. 19 ott 11:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Frenata d’agosto per il turismo riminese. I dati dell’ufficio statistica della Regione confermano quanto espresso recentemente dagli addetti ai lavori: il mese clou dell’estate ha segnato un po’ il passo rispetto alle attese e rispetto anche al buon andamento dei mesi precedenti. Il dato complessivo della provincia di Rimini vede in agosto 692.723 arrivi e 3.962.361 presenze. I turisti arrivati in Riviera sono stati quindi l’8,2% in meno dello stesso mese 2021 e il 12,8% del 2019 (anno precovid); i pernottamenti sono invece diminuiti del 5,1% rispetto all’anno scorso e dell’11,1 % rispetto al 2019. Un calo dovuto al venir meno di molti turisti italiani visto che arrivi e presenze estere sono invece aumentate rispetto all’anno precedente.

Complessivamente nei primi otto mesi dell’anno la provincia di Rimini ha sfiorato i 12milioni di presenze con un buon +18,1% sul 2021 ma con un gap del 13,4% sul periodo prepandemia.

Le difficoltà di agosto toccano tutti i comuni rivieraschi: a Rimini gli arrivi sono diminuiti del 7,1% sul 2021 e del 14,8 sul 2019 mentre le presenze hanno segnato rispettivamente -3% e -12,7%; a Riccione i turisti arrivati in agosto sono stati il 5,7% in meno del 2021 e l’8,1% in meno del 2019, le presenze invece -3,9 e -5,7%; per Cattolica il calo di arrivi è stato invece del 10,1% sul 2021 e del 13,5 sul 2019 e quello dei pernottamenti del 7,4 e del 14,2%; a Bellaria Igea Marina i turisti arrivati sono stati il 12,7% in meno dello scorso anno e il 13,3% in meno del 2019 mentre le presenze hanno segnato rispettivamente -8,7% e -11,7%; infine Misano Adriatico ha visto in agosto un calo di arrivi del 15,3% sul 2021 e del 16,4 sul 2019 mentre i pernottamenti sono calati del 10,5 e del 13,4%.

I numeri dei primi 8 mesi 2022, grazie alla buona performance di inizio estate, permettono però ai comuni di mantenere un buon margine rispetto allo scorso anno. Anche se il periodo precovid resta lontano.

Il comune capoluogo supera i 5milioni di presenze con una crescita del 24% rispetto al 2021 ma con un gap ancora del 16,3% sull’ultimo anno precovid. Riccione si avvicina ai 3milioni di pernottamenti con un +17% sullo scorso anno e, unico comune rivierasco a farlo, contenendo il distacco dal 2019 sotto la doppia cifra (-7,7%). Bellaria Igea Marina arriva ad 1,7 milioni di pernottamenti nell’anno in corso superando del 13,2% il dato 2021 ma con un -11,7% sull’estate precovid. Cattolica supera invece 1,3 milioni di presenze con un +8,8% sullo scorso anno ma segnando il calo più consistente dal 2019 tra le località riminesi, -16,4%. Infine Misano Adriatico arriva a 624mila pernottamenti nei primi 8 mesi dell’anno: il 6,6% in più del 2021 ma il 15,1% in meno del 2019.